menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale solidale grazie a Coldiretti Puglia: donate 18 tonnellate di pasta ai bisognosi

Gli alimenti sono stati destinati agli orfani, agli anziani nelle RSA, dai Servizi Sociali dei Comuni ai centri per gli immigrati della Puglia

Circa 18mila chilogrammi di pasta 100 made in Italy, di alta qualità e a chilometri zero: è il regalo di Natale degli agricoltori di Campagna Amica ai più bisognosi. Un gesto solidale realizzato nell'ambito del progetto 'Spesa Sospesa' di Coldiretti Puglia, che ha coinvolto dagli orfani agli anziani nelle RSA, dai Servizi Sociali dei Comuni ai centri per gli immigrati della Puglia. L'iniziativa è stata promossa dagli agricoltori nei mercati di Campagna Amica e negli agriturismi per aiutare a combattere le nuove povertà causate dall'emergenza Covid e offrire ai più bisognosi un Natale sereno con la consegna di 3mila chilogrammi di pasta della solidarietà nelle 6 province della regione.

L'operazione sarà replicata nelle prossime ore con la donazione alle famiglie pugliesi bisognose di 600 pacchi di cibo (pari a oltre 20mila chili di alimenti), composti da pasta fatta con grano 100% italiano, salumi e legumi delle aree terremotate di Lazio, Marche, Abruzzo e Umbria, olio extravergine d'oliva Dop, pecorino dei pastori sardi e altri generi alimentare Made in Italy, di qualità e a km zero che saranno consegnati dagli agricoltori di Campagna Amica. A beneficiarne saranno soprattutto quei nuclei di nuovi poveri "invisibili" che, proprio a causa del repentino peggioramento della propria condizione economica, non sono stati ancora integrati nei circuiti "ufficiali" dell'assistenza. "Si tratta - spiega Coldiretti Puglia - della più grande offerta gratuita di cibo mai realizzata dagli agricoltori per aiutare a superare l'emergenza economica e sociale provocata dalla diffusione del coronavirus e dalle necessarie misure di contenimento"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento