Buoni spesa e prodotti alimentari gratis per le famiglie, a Santo Spirito la solidarietà fiorisce nell'emergenza Covid-10

Oggi parte la consegna del primo ticket da 20 euro, finanziato con i fondi raccolti dal Comitato VogliAmo Santo Spirito pulita. Un panificio ha invece messo a disposizione pane, pizza e focacce invendute

La solidarietà si può fare anche nel piccolo. E così, mentre il Comune di Bari ha attivato un conto corrente unico per le donazioni private finalizzate all'acquisto di beni di prima necessità, ci sono anche i residenti che si organizzano autonomamente per dare una mano alle famiglie messe in difficoltà dal blocco derivato dal Covid-19.

I buoni spesa privati

Come i residenti di Santo Spirito, riuniti nel Comitato VogliAmo Santo Spirito pulita. Ora che le operazioni di pulizia delle spiagge e la piantumazione degli alberi è ferma a causa dei divieti di assembramento, hanno deciso di utilizzare i fondi donati dai cittadini in un modo alternativo: con buoni spesa da 20 euro da destinare alle famiglie. "Al momento - spiega il presidente del Comitato, Roberto Tatoli - possiamo coprire il fabbrisogno di una famiglia al giorno per il prossimo mese. Proprio oggi faremo la prima consegna".

La platea di interessati al momento è relativa ai residenti dei quartieri baresi di Santo Spirito e Catino, per un motivo specifico: "Dobbiamo sapere se è gente che realmente ne ha bisogno - ricorda  quindi non si può estendere ai paesi vicini, rischiando di non conoscere la persona a cui andrebbe il buono". Due le modalità in cui i buoni si possono spendere: in un negozio di alimentari e in una farmacia a Santo Spirito. E anche qui i controlli sono rigorosi: con il buono si possono acquistare solo beni di prima necessità per le famiglie. Quindi non potranno pagare la crema antirughe in farmacia assicurano i volontari.  E per l'occasione il Comitato ha anche 'griffato' con un messaggio di speranza i loro posamozziconi di sigarette realizzati dalle scatole di latta, che possiamo trovare sparsi nel territorio del quartiere. Gli ultimi realizzati hanno infatti dipinto il messaggio 'Andrà tutto bene', insieme alla bandiera dell'Italia.

Pane, pizza e focacce gratis

Anche i singoli commercianti nel quartiere stanno facendo il loro. Come i proprietari del panificio San Francesco, che hanno deciso di lasciare un cesto a fine giornata con il pane, la pizza e la focaccia invenduta. "In modo che, se qualcuno avesse bisogno - si legge nell'annuncio diffuso sui social - Con l'augurio di poter essere d'aiuto a chi, per vari motivi, in questo periodo di crisi non se la passa tanto bene.

Piccoli gesti, certo, ma che fanno tanto bene in questo momento di difficoltà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si chiama ''1997 BQ'' ed è il gigantesco asteroide in avvicinamento alla Terra

  • Incidente mortale sulla SS100: impatto camion-auto, strada chiusa al traffico

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Le Frecce Tricolori tornano a Bari: il 28 maggio tappa del 'Giro d'Italia' per le vittime del Covid-19

  • In Puglia 27 nuovi casi di Coronavirus, Lopalco rassicura sull'impennata dei contagi: "Numeri riferiti a periodi precedenti"

  • Sette grandi personalità per far ripartire la Puglia: è il gruppo strategico nominato da Michele Emiliano

Torna su
BariToday è in caricamento