rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Attualità

Da Kiev a Bari per curare un tumore: intervento su una 66enne al 'Giovanni Paolo II'

L’équipe medica guidata dal professor Gennaro Cormio, direttore dell’unità operativa di Ginecologia oncologica, ha eseguito l’asportazione radicale di una voluminosa metastasi inguinale da melanoma vulvare

Si è svolto con successo, all'Istituto Tumori 'Giovanni Paolo II' di Bari, un intervento su una donna ucraina di 66 anni, giunta da Kiev nel capoluogo pugliese con un volo militare. In sala operatoria, l’équipe medica guidata dal professor Gennaro Cormio, direttore dell’unità operativa di Ginecologia oncologica, ha eseguito l’asportazione radicale di una voluminosa metastasi inguinale da melanoma vulvare. La paziente era arrivata in Puglia il 12 luglio scorso, assieme a due militari ucraini feriti in guerra e poi curati al Policlinico barese.

Dall’inizio del conflitto, si tratta del quarto paziente ucraino operato all’Oncologico di Bari, che ha in cura ambulatoriale anche altri cittadini ucraini. “Con questo complesso intervento – afferma Alessandro Delle Donne, Direttore generale dell’Istituto Tumori Giovanni Paolo II – diamo concretezza alla collaborazione con l’Oncologico di Kiev. Mettendo a disposizione la professionalità e le competenze del nostro personale medico e sanitario, abbiamo scritto una bella pagina di solidarietà e accoglienza verso pazienti che stanno scappando dalla guerra e hanno bisogno di interventi vitali e cure specialistiche”.  La paziente era stata già stata operata il 13 maggio scorso all’Istituto Oncologico di Kiev, che aveva provveduto a inviare la donna in Italia per il prosieguo delle cure.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Kiev a Bari per curare un tumore: intervento su una 66enne al 'Giovanni Paolo II'

BariToday è in caricamento