Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità

Mortalità alta, ritardi nei vaccini e livelli di assistenza non rispettati. I medici a Speranza: "Mandi Nas e faccia ispezioni"

I dirigenti medici scrivono al ministro della Salute per chiedere un intervento pesante da parte del governo, preludio di un commissariamento. La lettera al ministro è un attacco pesante al sistema regionale: "Ha fallito"

I dirigenti medici scrivono al ministro della Salute Roberto Speranza e chiedono ispezioni e intervento dei Nas nell’ospedale in Fiera e nelle altre strutture Covid regionali, a partire da quelle del territorio di Bari. Lo fanno attraverso l’organizzazione intersindacale di cui fanno parte tra le altre Anaao-Assomed, Aaroi Emac, e i dirigenti medici di Cgil, Cisl e Uil. Una richiesta urgente che sa di invocazione di un intervento pesante da parte del governo, preludio di un commissariamento. La lettera al ministro è un attacco pesante al sistema regionale che ha organizzato la struttura sanitaria.

“Non è una aprioristica mancanza di fiducia nelle istituzioni Regionali – scrivono-, ma la constatazione, in relazione ad acclarati dati di fatto, di un fallimento. La gente di Puglia merita rispetto, così come tutti gli operatori sanitari pugliesi che da un anno sono in prima linea ‘senza se e senza ma’ e, soprattutto, meritano rispetto i nostri malati e i nostri morti”.  Un fallimento, secondo i medici, analizzato attraverso una sorte di dossier inviato a Speranza. Si elencano “positività dei tamponi di circa il 13% a fronte di una media nazionale del 5-6%,  occupazione dei posti letto di ambito medico (54%) e di terapia intensiva (46%) per pazienti Covid superiore alla soglia di allarme, 22 nuovi ingressi in terapia intensiva nella giornata di ieri, numero più alto in Italia, permanenza di ore delle ambulanze del 118 per sbarellare i pazienti in molti ospedali”. Non solo. Ci sarebbe un altro aspetto ancora più grave denunciato dalle organizzazioni sindacali dei dirigenti medici che vorrebbero un intervento urgente da parte del ministro. È il dato che riguardo la mortalità e letalità. Sarebbe “superiore ad altre Regioni con la mortalità totale, nell’ultima settimana, a Bari di 124 osservati rispetto ai 50 attesi con eccesso, statisticamente significativo, nel periodo 1-15 marzo dell’85% a fronte di percentuali decisamente più bassi per le altre Regioni”.

 L’elenco prosegue con i problemi e i ritardi nella campagna vaccinale riscontrati nelle ultime settimane e con il sistema di sicurezza dell’ospedale in Fiera. Per questo i medici chiedono a Speranza “tutte le opportune verifiche di conformità alle vigenti normative in materia di livelli essenziali di assistenza (Lea), livelli essenziali di organizzazione (Leo) e di tutela della salute e della sicurezza nelle strutture ospedaliere e para-ospedaliere in cui ci si prende cura di pazienti affetti da  SarsCov2 nel territorio della Puglia ed in particolare della città metropolitana di Bari”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mortalità alta, ritardi nei vaccini e livelli di assistenza non rispettati. I medici a Speranza: "Mandi Nas e faccia ispezioni"

BariToday è in caricamento