Attualità

"Serve sangue, le scorte sono al limite": domenica di donazioni al Policlinico. L'appello della Fidas: "Impegno civile"

Domenica 18 luglio è in programma una giornata alla Banca del sangue al primo piano del padiglione Asclepios dalle 7.30 del mattino. Nuovo: "Sono ripartiti gli interventi chirurgici e in estate ci sono meno donatori e più esigenze"

Serve sangue. Soprattutto in periodi d’estate, quando c’è maggiore carenza, perché i donatori abitudinari vanno in vacanza e perché le richieste sono maggiori, per via di maggior numero di incidenti stradali e cali di pressione dovuti al caldo. Per questo la Fidas regionale assieme al Policlinico ha organizzato per domenica 18 luglio una giornata di donazioni alla Banca del sangue al primo piano del padiglione Asclepios. Dalle 7.30 del mattino sarà possibile donare, perché le scorte sono al limite. Per farlo è necessario registrarsi al sito web www.servizi.policlinico.ba.it/mta, registrarsi e controllare che le fasce orarie (massimo otto persone per ora) non siano già complete. O comunque contattare il numero di telefono 3400954840 della Fidas Bari.

“Arrivati all’ora prestabilita – spiega Giuseppe Nuovo, segretario Fidas regionale – è effettuato un triage con questionari sulle condizioni di salute pregressa e comportamenti a rischio nell’ultimo periodo, o presenza di tatuaggi fatti negli ultimi quattro mesi.  Si registra tutto al pc, i medici si fanno un prelievo e si valuta l’ematocrito e la pressione. Se i valori sono nella norma si passa al colloquio col medico trasfusionista in base al questionario e all’esito dell’ematocrito. Se i dati sono ok si passa alla donazione”. La carenza e l’esigenza delle forniture di sangue è dovuta anche alla ripresa degli interventi chirurgici sospesi i mesi scorsi per via della pandemia Covid.

“Ma è possibile donare ogni giorno – precisa Nuovo - perché ce n’è sempre bisogno, si pensi ad esempio ai talassemici, per questo promuoviamo la cultura della donazione. Supportiamo il centro con i nostri associati che donano quotidianamente, perché c’è sempre bisogno di sangue, a maggior ragione d’estate. Nei giorni scorsi c’era stato un allarme per la carenza di scorte, ora per fortuna è rientrato ma il problema rimane, per questo promuoviamo la formazione, la consapevolezza e il coinvolgimento civile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Serve sangue, le scorte sono al limite": domenica di donazioni al Policlinico. L'appello della Fidas: "Impegno civile"

BariToday è in caricamento