menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pochi vaccini disponibili, la Puglia attende le nuove scorte. Emiliano scrive a Figliuolo: "Ho chiesto di anticipare, carichi siano in base alla popolazione"

Da oggi stop alle somministrazioni a sportello: si procede solo per i prenotati, in attesa dei nuovi carichi previsti per mercoledì. Il presidente della Regione chiede al commissario dell'emergenza di anticipare e di aumentare le forniture

"Ho appena scritto al Commissario Figliuolo per ottenere altri vaccini, almeno sino a che non arriveranno i carichi previsti per mercoledì, che ho chiesto comunque di anticipare". A parlare è il presidente della Regione, Michele Emiliano.

Da oggi la Puglia - come comunicato ieri dalla Regione - "a causa della esiguità delle dosi rimaste", sospende le vaccinazioni 'a sportello': si procederà con le somministrazioni soli per i prenotati, in attesa dei nuovi carichi di vaccini attesi per mercoledì. 

"La Puglia - scrive Emiliano su Fb - è la terza regione in Italia per vaccini somministrati rispetto a quelli ricevuti. Ma non ci consegnano abbastastanza vaccini da Roma per tenere questo ritmo. E quindi dobbiamo rallentare la nostra velocità di somministrazione per mancanza di vaccini".

Nella classifica delle Regioni italiane per rapporto dosi ricevute/somministrate, la Puglia è risalita al terzo posto (dati Ministero della Salute aggiornati alle 6 di questa mattina), con il 91,7% dei sieri ricevuti utilizzati: una percentuale di poco superiore all'Emilia Romagna (91,19%), inferiore solo a quella di Umbria e Veneto.

E proprio con l'Emilia Romagna Emiliano fa un confronto (come già accaduto in passato a proposito di sanità: "La Puglia oggi è per capacità vaccinale sopra quasi tutte le più grandi Regioni italiane alla pari dell’Emilia Romagna che, a parità di abitanti, ha il doppio degli ospedali e della medicina territoriale della Puglia, ventimila medici, infermieri e operatori sanitari in più rispetto a noi e un budget sanitario su cui contare di circa 400 milioni all’anno più ricco del nostro. Questo a causa di uno storico divario tra regioni del Nord e quelle del Sud. Facciamo le nozze con i fichi secchi, siamo stremati dalla fatica per la mancanza di personale, ma stiamo facendo da pugliesi tutto il nostro dovere fino in fondo. Se avessimo vaccini per tutti potremmo mettere in sicurezza la popolazione entro l’estate. Solo nell’ultima settimana abbiamo fatto oltre 210mila somministrazioni".

"Ringrazio il Commissario Figliuolo per il grande lavoro che sta facendo per noi, spero davvero riesca a farci arrivare un carico supplementare che ci consenta di arrivare a mercoledì senza troppi disagi, in attesa dei carichi programmati che però non sono comunque sufficienti. Gli ho chiesto anche - aggiunge Emiliano - che la ripartizione dei vaccini venga fatta in parti eguali tra le regioni in base alla popolazione per consentire gli stessi tempi di inoculazione".

Nel suo messaggio, il presidente della Regione si sofferma anche sui diversi disagi registratisi in questi giorni negli hub vaccinali: "Qualcuno giustamente si lamenta dei disservizi che si verificano. La logistica di questa campagna vaccinale è veramente complicata. Tre vaccini diversi, destinati ciascuno a persone con caratteristiche diverse, da sporzionare artigianalmente non disponendo di monodosi, da scongelare e conservare a temperature diverse con tempi di consegna e immediato utilizzo differenti. Tutti stanno facendo i salti mortali e i dipartimenti di prevenzione e i distretti hanno agito al meglio delle loro possibilità con enorme dedizione. Ma è capitato in alcuni momenti di dover attendere l’arrivo e lo scongelamento delle dosi supplementari e in alcuni hub si è verificato del caos, con disagi pesanti per chi era in fila, di cui mi dispiace moltissimo. Posso solo dirvi che dopo ogni singolo episodio tutti si sono rimessi al lavoro, senza sosta, per migliorare l’organizzazione ed evitare che quei disagi si ripetessero".
 

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento