Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

Bari pensa a candidarsi per l'Eurovision 2022: il Comune valuta condizioni e requisiti per ospitare l'evento

Il sindaco ne ha parlato durante la trasmissione Chiama Decaro in onda su Telebari. Già molte altre città sono in corsa, da Milano a Torino fino a Roma

Foto Ansa

Bari prova a candidarsi per ospitare l'Eurovision 2022, la seguitissima rassegna continentale della canzone, divenuta negli ultimi anni un grande evento mediatico e di spettacolo. L'Italia e in particolare la Rai, grazie al successo dei Maneskin sarabto scorso a Rotterdam, si è guadagnata l'onore (e l'onere) di organizzare la manifestazione e sono tante, da Milano a Torino fino a Roma e Verona, le città che si sono fatte avanti per ottenere l'evento.

Il sindaco Antonio Decaro ne ha parlato durante la trasmissione 'Chiama Decaro' in onda su Telebari spiegando che al momento Palazzo di Città sta vagliando le condizioni per avanzare la candidatura. In queste ore è allo studio l'elenco dei requisiti richiesti: lo show, come avvenuto in Olanda nell'ultima edizione, viene ospitato in una grande arena al coperto e su questo Bari sembra decisamente più indietro rispetto a città come Roma, Torino e Milano che possono contare su palazzetti di livello europeo per capienza.

Ne caso, invece, che possano essere ammesse soluzioni 'creative' (stadi cittadini? Fiera del Levante?) Bari potrebbe giocarsela, non avendo nulla da invidiare rispetto alle potenziali avversarie dal punto di vista delle infrastrutture alberghiere, ricettive e di collegamento aeroportuale per accogliere le tante delegazioni, gli artisti e il pubblico proveniente da tutta Europa, potendo contare anche su ormai una consolidata capacità di ospitare eventi internazionali e sul glamour della Puglia, destinazione nota e ambita da tutto il mondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari pensa a candidarsi per l'Eurovision 2022: il Comune valuta condizioni e requisiti per ospitare l'evento

BariToday è in caricamento