rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità Poggiofranco / Via Giulio Petroni

Passo in avanti per la riqualificazione dell'ex ospedale Bonomo di Bari: diventerà sede di uffici e archivi, sì del Consiglio comunale

"Si tratta - ha affermato il sindaco Decaro in Consiglio comunale - di un cambio di destinazione d'uso. In questa maniera, con l'approvazione del progetto, permetteremo ad uffici dello Stato di trovare collocazione in uno spazio pubblico, risparmiando anche sugli affitti che vengono pagati" per occupare altre sedi

Dal Consiglio comunale di Bari è arrivato un primo via libera per riqualificare l'ex ospedale militare Bonomo, nel quartiere Carrassi di Bari, e destinare una parte del complesso ad uffici amministrativi e pubblici. L'assemblea, nel corso della seduta di ieri, ha approvato all'unanimità il parere complessivo di Palazzo di Città sul progetto definitivo che sarà discusso in Conferenza dei servizi.

Lo storico plesso, risalente al 1936, era stato dismesso nel 2008. In particolare, il padiglione 14 sarà destinato ad ospitare gli uffici della Ragioneria Territoriale dello Stato e dell'Uepe (Uffici interdistrettuali esecuzione penale esterna) del Ministero della Giustizia. La riqualificazione comprenderà anche, come ha spiegato il sindaco Decaro nel corso della relazione che ha preceduto il voto in aula, i padiglioni 15, 17 e 18, i quali ospiteranno anche l'ambulatorio Assistenza Personale Navigante del Ministero della Salute, nonché archivi e locali tecnici della Procura della Repubblica.

"Si tratta - ha rimarcato Decaro - di un cambio di destinazione d'uso. In questa maniera, con l'approvazione del progetto, permetteremo ad uffici dello Stato di trovare collocazione in uno spazio pubblico, risparmiando anche sugli affitti che vengono pagati" per occupare altre sedi.

Nel dettaglio, come si legge dalla relazione del progetto, il padiglione 14 insiste su un lotto di circa 4.500 m², ha una superficie di sedime di circa 1200 m²q e si articola su cinque livelli complessivi di cui uno seminterrato e quattro fuori terra per uno sviluppo complessivo di superficie coperta pari a circa 6.000 m². Negli anni ’70 sono stati aggiunti due corpi laterali contenenti i gruppi ascensori e le scale di emergenza, tali corpi sono stati realizzati in calcestruzzo armato e giustapposti alle strutture originarie. Tutto il complesso “ex Ospedale Militare Lorenzo Bonomo” è stato dichiarato di interesse storico-artistico ed è quindi sottoposto a tutte le disposizioni di tutela contenute del predetto decreto legislativo. I lavori interesseranno anche spazi esterni con un nuovo cancello d'ingresso, carrabile e pedonale su via Giulio Petroni. il rifacimento di marciapiedi e camminamenti, la riqualificazione del verde, l'installazione di arredi urbani e della nuova segnaletica stradale. 

Sul progetto è intervenuto anche il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Michele Picaro: "Nell'area vi saranno i primi uffici ministeriali che inizieranno a far rivivere parte dell’edificio.In tal senso, come centro-destra sosterremo un percorso più veloce e snello per riqualificare l’intera struttura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passo in avanti per la riqualificazione dell'ex ospedale Bonomo di Bari: diventerà sede di uffici e archivi, sì del Consiglio comunale

BariToday è in caricamento