Attualità Bari Vecchia / Corso Vittorio Emanuele

Un lenzuolo con i volti di Falcone e Borsellino esposto a Palazzo di Città: "Bari non dimentica"

L'iniziativa è a cura della Fondazione Giovanni Falcone: stamane il sindaco Antonio Decaro ha ricevuto i militari dell’Arma dei Carabinieri per la consegna del lenzuolo, realizzato da “VentiCaratteruzzi”, che resterà esposto fino al prossimo 19 luglio

Sulla facciata di Palazzo di Città a Bari è stato esposto un lenzuolo bianco su cui sono raffigurati i volti dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. L'iniziativa è a cura della Fondazione Giovanni Falcone: stamane il sindaco Antonio Decaro ha ricevuto i militari dell’Arma dei Carabinieri per la consegna del lenzuolo, realizzato da “VentiCaratteruzzi”, che resterà esposto fino al prossimo 19 luglio, anniversario della strage di via D’Amelio in cui persero la vita Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

A pochi giorni dal ventinovesimo anniversario della stragi di Capaci, l’iniziativa rientra tra quelle promosse dalla fondazione antimafia per ricordare l’assassinio di Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli agenti della scorta, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani: Domenica 23 maggio anche l’amministrazione cittadina ricorderà il tragico evento con una serie di appuntamenti istituzionali nel rigoroso rispetto della normativa anti-covid.

“Abbiamo accolto con grande entusiasmo la richiesta della fondazione Giovanni Falcone - ha commentato Decaro -. La città di Bari esporrà il lenzuolo con grande orgoglio a testimonianza del nostro costante impegno in favore della legalità e sul contrasto alle mafie. La città di Bari non dimentica i valori, i principi e l’esempio che, persone come i giudici Falcone e Borsellino, ci hanno insegnato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un lenzuolo con i volti di Falcone e Borsellino esposto a Palazzo di Città: "Bari non dimentica"

BariToday è in caricamento