Femmini-cidi: come tutelarsi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Femminicidio: “Qualsiasi forma di violenza esercitata sistematicamente sulle donne in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale, allo scopo di perpetrare la subordinazione e di annientarne l’identità attraverso l’assoggettamento fisico o psicologico, fino alla schiavitù o alla morte”. Una triste definizione che induce alla riflessione perché di femminicidio si sente parlare, ormai con cadenza quasi giornaliera. È un argomento divenuto ormai troppo delicato e necessita di essere approfondito nelle sedi opportune, con esperti che sappiano affrontare il fenomeno con sapienza e cognizione di causa, allo scopo di “informare e di formare” le donne affinché mai più nessuna di loro possa essere perseguitata, o diventare vittima. È necessario educare, soprattutto le nuove generazioni ad un amore sano, condiviso e mai soffocante. Bisogna insegnar loro ad amarsi e ad amare il loro partner in modo libero nel pieno rispetto dell’altro che deve continuare a conservare la propria individualità e che non deve divenire mai “proprietà” di nessuno. Con questo scopo è stato organizzato a Polignano a Mare il seminario sul femminicidio: “Femmini-cidi: come tutelarsi” che si svolgerà giovedì 27 Settembre alle ore 18.00 presso la locale Sezione ANFI (Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia), in via Principe Amedeo, 16. Introdurrà i lavori Vitantonio Pellegrini, Presidente della Sezione A.N.F.I. di Polignano. Moderatore Vincenzo Pellegrini, Speaker dell’Associazione Radiofonica Radio Incontro. Dopo i saluti di Doriana Nandina Stoppo, Assessore alle Politiche sociali, della Solidarietà e della famiglia del Comune di Polignano, interverrà in qualità di illustre relatore Antonio Maria La Scala, avvocato penalista del Foro di Bari, docente universitario, Vice Presidente A.N.F.I. per l’Italia centro meridionale e presidente nazionale delle associazioni Penelope e Gens Nova onlus. Al suo fianco interverrà la dott.ssa Stefania Giannoccaro, Psicologa, operatrice del centro antiviolenza “Il Melograno”. Sarà un evento rilevante, dove le Scienze Psicologiche, Criminologiche e Giuridiche combineranno i loro sforzi per cercare di rispondere a domande e interrogativi che avranno lo scopo di stimolare spunti di riflessione sul femminicidio. Ingresso libero

Torna su
BariToday è in caricamento