Nuovi mezzi e un'officina a Bari scalo per Ferrovie Appulo Lucane

In servizio nove bus e tre casse treni, insieme alla nuova struttura per la manutenzione: un investimento complessivo da nove milioni di euro per migliorare il servizio, anche in vista dell'appuntamento 'Matera 2019'

Nove autobus, tre casse treni e una officina nella stazione di Bari Scalo. Ferrovie Appulo Lucane rinnova il parco mezzi e inaugura la nuova struttura per la manutenzione con un investimento di quasi 9 milioni di euro tra fondi comunitari, nazionali, regionali, in parte rivenienti da ‘Connettere l’Italia’, il quadro strategico e programmatico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ma anche investimenti diretti di Fal che ha reimpiegato parte degli utili di bilancio degli ultimi anni. 

"Nuovi mezzi frutto del lavoro di squadra Regione-Fal"

"Ferrovie Appulo Lucane è un’Azienda amministrata con onestà, trasparenza ed efficienza; ci consente di dimostrare come un’Azienda pubblica possa e debba funzionare - ha commentato il presidente della regione Emiliano - Oggi vengono presentati nuovi mezzi frutto del lavoro di squadra che Fal e Regione hanno condotto in questi anni. Esprimo gratitudine al Presidente Colamussi perché ha saputo fare squadra amministrando un’Azienda che non ha colori politici, ma in squadra con la Regione bada solo agli interessi della Puglia". "Quello di oggi – ha detto il Presidente Fal Matteo Colamussi -  è un altro passo importante della politica di rinnovamento e di cambiamento dell’Azienda che portiamo avanti da anni grazie alla sensibilità della Regione Puglia nell’investire sul TPL pugliese e che vede l’utente al centro della nostra mission. Inauguriamo 9 nuovi autobus e tre nuove casse per treni ma anche la nuova officina ferroviaria. Con la messa in esercizio dei nuovi autobus continua ad abbassarsi l’età media del nostro parco automobilistico che nel 2008 era di 23 anni e oggi è di 8,5 anni, quasi in linea con quella europea (7 anni) e ben al di sotto della media nazionale (12 anni). Ad oggi il nostro parco bus è stato rinnovato al 73%. Il parco treni è stato rinnovato invece al 90%: negli ultimi anni sono stati acquistati da Fal 19 treni nuovi di cui 8 a tre casse e 11 a due casse e 6 casse centrali aggiuntive. Nel 2008 l’età media dei treni era di 20,8 anni oggi è di 6,4. A questo si aggiunge lo sforzo che tutta l’Azienda sta mettendo in campo per migliorare ed abbreviare i tempi di percorrenza tra Bari e Matera. Sull’intera linea ci sono ad oggi 18 cantieri aperti la cui programmazione è partita da parte nostra ben prima della designazione di Matera a capitale europea della cultura. Per noi, infatti, il 2019 è una dead-line; non un punto di partenza, ma uno stimolo ulteriore nell’impegno quotidiano per vincere una sfida importante: migliorare sempre più i servizi agli utenti per dimostrare che un’Azienda pubblica può essere efficiente, sana e competitiva anche sul mercato".

I nuovi autobus, le casse treni e l'officina di Bari scalo

I nove bus sono costruiti dalla Società Iveco Bus, sono del tipo interurbano con motore Euro 6, dotati di 49 posti a sedere + 25 posti in piedi ed una postazione per carrozzella disabili. Saranno utilizzati per i collegamenti Gravina-Bari, Altamura-Bari e viceversa. Tutti i veicoli sono dotati di impianto di aria condizionata, di indicatori digitali di percorso e di apposita pedana per consentire l’accesso a bordo dei viaggiatori con ridotte capacità motorie; sono inoltre dotati di dispositivo di conteggio passeggeri in salita e discesa e di dispositivo per il rilevamento di posizione durante la corsa (GPS). Presenti anche il sistema di videosorveglianza interna, il sistema di visualizzazione di contenuti multimediali ai passeggeri, l’impianto automatico di rilevazione e spegnimento incendi, la telecamera di retromarcia con monitor in prossimità del posto guida. Sono infine predisposti per l’installazione di dispositivi atti alla validazione elettronica dei titoli di viaggio, per i quali è in corso la ricerca di mercato. Il prezzo di ciascun autobus è pari ad 180.201 euro. Per l’acquisto delle 3 nuove casse per treni, Fal ha investito in totale 3,9 milioni di euro di finanziamenti nazionali rivenenti da un Accordo di Programma. Ogni cassa ha 53 posti a sedere, stalli per le biciclette e toilette. Saranno utilizzate nelle tratte e negli orari di maggiore affluenza di utenti, portando da 2 a 3 casse i treni attualmente utilizzati e garantendo così agli utenti la possibilità di usufruire della toilette anche nelle brevi percorrenze. A breve Fal metterà in esercizio anche un nuovo treno a 3 casse acquistato interamente con fondi aziendali Fal rivenienti da utili di esercizio e sarà destinato alla tratta Bari – Matera per Matera 2019 . Negli ultimi anni sono stati acquistati da Fal 19 treni nuovi di cui 8 a tre casse e 11 a due casse e 6 casse centrali aggiuntive.  Il parco rotabile di Fal negli ultimi anni è stato rinnovato del 90%; nel 2007 l’età media dei treni era di 20,8 anni oggi è di 6,4. Per la realizzazione della nuova officina Fal ha investito 1,9 milioni di euro rivenienti da PO Fesr Regione Puglia, mentre Fal ha investito 200mila euro di fondi propri per dotarla delle attrezzature necessarie. La struttura è dotata di pannelli solari, in linea con il target ‘green’ che Fal sta dando a tutte le proprie sedi e stazioni nelle quali sono presenti pannelli per il risparmio e la produzione di energia e impianti di illuminazione a Led.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bari usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Marito e moglie affetti da covid morti a distanza di 4 giorni, Bitonto in lutto

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

Torna su
BariToday è in caricamento