menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Cinque milioni" per il primo pezzo del nuovo parco ex Fibronit: il Comune attende il sì dalla Regione

Praticamente completate le operazioni di bonifica e posa delle collinette di terreno. Dopo aver approvato il progetto preliminare, si cercano i finanziamenti per cominciare a realizzare il 'cuore' della nuova area verde

Gli operai stano dando forma alle collinette di terra che coprono le tombature dei resti di una fabbrica capace di dare lavoro e seminare morte con l'amianto e il cancro. E' il segnale che la bonifica dell'ex Fibronit di Japigia a Bari è praticamente agli sgoccioli, con gli ultimi dettagli. Nei mesi scorsi Teorema, la ditta vincitrice dell'appalto, ha realizzato gli interventi previsti, smantellando uno per unno, pezzo per pezzo, i vecchi capannoni inquinati, liberando l'area dal punto di vista ambientale ma anche visivo. La zona, ormai sgombra, è interessata dalle rifiniture, in attesa di una riqualificazione che passerà attraverso il Parco della Rinascita.

A che punto è il futuro parco dell'ex Fibronit?

Ci vorrà ancora tempo prima di poter usufruire di 43mila mq di verde che cambieranno radicalmente le prospettive dell'area tra Japigia e San Pasquale. Eseguita la progettualità preliminare del parco, i cui elaborati sono stati approvati dalla Giunta cittadina a marzo scorso, si attendono i finanziamenti per procedere con le fasi successive: "Agiremo per stralci progettuali - spiega a BariToday l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - su un importo complessivo, per tutto il parco, da circa 14 milioni di euro". Il primo pezzo, ovvero il 'cuore' della grande area verde, costerà 5 milioni di euro: comprenderà aree gioco, percorsi fitness, una piazza dedicata a Maria Maugeri e altre zone per lo sport: "Confidiamo - dice Galasso - di vedere finanziata nei prossimi mesi dalla Regione questa parte dell'opera, quindi potremo procedere con la progettualità definitiva ed esecutiva". Pezzo dopo pezzo, dunque, si cercherà di completare il puzzle della riqualificazione, tenendo presente che diverse porzioni di terreno, per motivi di legge, non possono essere ancora utilizzate completamente per due anni, in attesa delle valutazioni del Ministero dell'Ambiente. Il percorso per il parco ex Fibronit è già avviato: i cittadini di Japigia, da qui ad alcuni mesi, attendono già ulteriori passi concreti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento