La Fiera del Levante al tempo del covid: "Quest'anno è una vittoria esserci. No ai paragoni col passato"

A parlare è il presidente di Nuova Fiera del Levante, Alessandro Ambrosi, che fa un primo bilancio della Campionaria 2020, inevitabilmente condizionata dall'emergenza coronavirus, organizzata, nonostante le difficoltà, in un'inedita collocazione d'ottobre

"A 24 ore dall’apertura di questa edizione della Campionaria che è e resterà unica nella storia perché la pandemia sta stravolgendo tutti gli assetti mondiali, desidero condividere delle riflessioni utili a ribadire il senso di quello che stiamo facendo con l’enorme sacrificio di Nuova Fiera del Levante e la fondamentale collaborazione degli espositori presenti in questa edizione. Ci siamo": a parlare è il presidente di Nuova Fiera del Levante, Alessandro Ambrosi, che fa un primo bilancio della Campionaria 2020, inevitabilmente condizionata dall'emergenza covid, organizzata, nonostante le difficoltà, in un'inedita collocazione d'ottobre.

"A mantenere viva e presente l’agorà del commercio del Levante per eccellenza - dice Ambrosi .- .  A non calare le vele della nostra Caravella che si, è in un mare periglioso, ma non si ferma. E non si vuole fermare. La Fiera del Levante è una istituzione, come il giro d’Italia che quest’anno non si è fatto in maggio ma si farà ad ottobre. Lo fanno perché si deve fare. Come stiamo facendo noi. In tono minore, con rigidissime misure di sicurezza, ma con la voglia di essere tra quanti nel nostro Paese 'resistono' ".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Da quest’edizione i paragoni con quanto è successo fino ad oggi purtroppo non possono più valere - aggiunge Ambrosi -. C’è tutto da ricostruire. Dovremmo però parlare della vittoria di esserci, degli stand ben distanziati, del coraggio degli espositori, dell’attenzione e della pazienza dei visitatori. Tutto il resto, i numeri di fine giornata, le foto dei viali con il colpo d’occhio dei visitatori, sono elementi su cui per quest’anno sapevamo fin dall’inizio che era davvero molto relativo affidarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Covid, Emiliano chiude tutte le scuole in Puglia: da venerdì 30 ottobre stop alla didattica in presenza

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento