rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità

La Fiera del Levante riparte da Enoliexpo: oltre 200 espositori per la rassegna dedicata a vitivinicoltura e olivicoltura

La manifestazione si svolgerà dal 10 al 12 marzo prossimi e segna la ripresa del settore fieristico nel 2022 dopo un periodo difficile legato alla pandemia Covid

La Fiera del Levante di Bari riparte da Enoliexpo: la rassegna nazionale di macchinari, tecnologie e servizi dedicati a due delle più importanti filiere produttive dell’agroalimentare regionale e nazionale, in particolare vitivinicoltura e olivicoltura, si svolgerà dal 10 al 12 marzo prossimi e segnerà la ripresa del settore fieristico nel 2022, dopo un periodo difficile legato alla pandemia Covid. L'appuntamento prevederà quasi 200 espositori italiani e stranieri ad occupare i 16.000 mq. del nuovo padiglione. Previsti anche ventina di incontri di formazione e aggiornamento professionale con la partecipazione dei più autorevoli esperti e ricercatori.

Enoliexpo avrà una cadenza biennale e si alternerà a Bari con Agrilevante (in programma negli anni dispari) grazie alla partnership con FederUnacoma, l’associazione dei costruttori di macchine agricole. Si alternerà allo stesso tempo  all’Expoliva di Jaen, in Spagna (anche questa negli anni dispari) vale a dire la principale manifestazione internazionale del settore olivicolo, rispetto alla quale EnoliExpo intende essere la naturale alternativa non solo per l’Italia, ma anche per i paesi del bacino del Mediterraneo.

La manifestazione, in programma dal 10 al 12 marzo,  è stata presentata questa mattina alla stampa, nello stand regionale fieristico, nel pad. 152, alla presenza dell’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Donato Pentassuglia, del direttore di EnoliExpo, Francesco Cherubini, del presidente dell’associazione Frantoiani della Puglia, Stefano Caroli, e del presidente Assoenologi Puglia, Basilicata e Calabria, Massimo Tripaldi. “Il ruolo di questa iniziativa – ha dichiarato l’assessore Pentassuglia -, fortemente sostenuta dalla Regione Puglia insieme alla Nuova Fiera del Levante, è determinare un cambio di passo. E’ un’occasione per rilanciare la tutela e la valorizzazione dei prodotti di due filiere agricole importanti, quali sono la vitivinicoltura e l’olivicoltura. Valorizzazione, in particolare, significa difesa della qualità e lotta alle falsificazioni. La manifestazione darà spazio non solo alle nuove tecnologie di settore, ma anche ad approfondimenti mirati sulle numerose proprietà nutraceutiche dei nostri prodotti, grazie al contributo delle Università e, in particolare delle professoresse Corbo e Clodoveo. Il supporto prezioso di Assoenologi Puglia e dell’Associazione dei Frantoiani regionale ci consentirà, durante questa kermesse, di porre l’attenzione sugli sforzi che le imprese, i consorzi fanno per difendere prodotti autentici come l’olio e il vino. La Regione Puglia è, e sarà sempre, al fianco di iniziative di promozione e valorizzazione  dei nostri di qualità e delle imprese con azioni mirate e strategiche.  A tal proposito, vorrei ricordare il lavoro che come Assessorato Agricoltura stiamo svolgendo insieme alla Formazione, non solo per la realizzazione di percorsi di alternanza scuola lavoro dedicati ma anche per la definizione di nuove qualifiche specializzate che mancano al sistema economico agricolo. Ma che sono necessarie per la crescita del nostro sistema agricolo e occasioni per le nuove generazioni di investire nel proprio futuro e in quello della nostra regione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fiera del Levante riparte da Enoliexpo: oltre 200 espositori per la rassegna dedicata a vitivinicoltura e olivicoltura

BariToday è in caricamento