menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In azione per ripulire spiaggia e fondali: a Torre a Mare l'iniziativa promossa dall'Aeronautica

Divisi in tre gruppi, i volontari hanno passato al setaccio il litorale e il tratto di mare antistante il distaccamento per recuperare i rifiuti abbandonati

Una domenica a 'pesca' di rifiuti, per ripulire spiaggia e fondali. A promuovere l'iniziativa, che si è tenuta questa mattina a Torre a Mare, il Comando Scuole dell’Aeronautica Militare/3ª Regione Aerea.

Giunto alla sua terza edizione, l'appuntamento 'Fondali puliti', organizzato presso il Centro di Sopravvivenza di Torre a Mare, ha visto la collaborazione di Amiu, Capitaneria di Porto, Reparto Aeronavale della Guardia di Finanza, di un team della Squadra Navale della Polizia di Stato e del Comando Militare della Croce Rossa Italiana, con la partecipazione della Società Sportiva Dilettantistica "Dive Blu Bari – Rosa dei Venti" di Noicattaro e di utenti volontari del Distaccamento.

Pneumatici, remi e pezzi di legno, oggetti in plastica e pezzi di ferro ormai arrugginiti sono stati il 'bottino' della pesca. I partecipanti hanno lavorato divisi in tre gruppi: uno dedito alle immersioni con autorespiratore per la ricerca e il recupero di rifiuti dei fondali marini, uno con attrezzatura da snorkeling per recuperare i rifiuti entro dieci metri dalla riva, e l’ultimo che ha ripulito il litorale da terra. 

"'Fondali puliti' - spiegano dal Comando Scuole dell'Aeronautica militare - si inserisce nel quadro delle iniziative volte a promuovere un sistema di sinergie tra le varie componenti culturali e sociali nonché di vicinanza con il territorio della città di Bari. Nello specifico, l’evento mira a sensibilizzare, in sinergia con le altre Istituzioni responsabili, una cultura di maggiore attenzione alla tutela del mare e dell’ambiente".

(Fonte foto: Aeronautica militare)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento