Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

Lopalco e il Fondo Sanitario Regionale: "La Puglia è penalizzata, troppi squilibri tra i territori"

"Oggi, 25 maggio, le Asl non sanno quali sono le risorse precise a loro disposizione perché la Regione Puglia, come la Regione Piemonte, come la Regione Veneto, come tutte le altre Regioni, non ha ancora conosciuto qual è - ha detto l'assessore - il riparto del Fondo"

"La questione Covid ha posto davanti agli occhi di tutti che il riparto del Fondo sanitario nazionale deve essere probabilmente rivisto, che ci sono degli squilibri territoriali importanti, quindi proprio in questi giorni è in fase di discussione quella che sarà molto probabilmente una riforma della ridistribuzione e, quindi, del riparto del Fondo sanitario nazionale. E la Regione Puglia è una di quelle poche Regioni che sono state selezionate per partecipare attivamente a quelli che sono i nuovi criteri". Lo ha affermato, secondo quanto riporta l'agenzia Dire, l'assessore regionale alla Sanità della Puglia Pier Luigi Lopalco nel corso dei lavori del Consiglio regionale pugliese.

"A livello nazionale - ha continuato - si sta riportando alla luce il problema delle diseguaglianze, il problema di creare un riparto che tenga anche presente gli indicatori di deprivazione appunto per rendere più equa a livello nazionale quella che è la ripartizione del fondo alle Regioni.Nel momento in cui noi avremo i nuovi criteri, che verosimilmente saranno definiti nei prossimi mesi, quei nuovi criteri - ha spiegato - saranno anche applicati come indicazione del governo regionale per la definizione dei bilanci di previsione per le Asl. Oggi, 25 maggio, le Asl non sanno quali sono le risorse precise a loro disposizione perché la Regione Puglia, come la Regione Piemonte, come la Regione Veneto, come tutte le altre Regioni, non ha ancora conosciuto qual è - ha concluso Lopalco - il riparto del Fondo sanitario nazionale"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lopalco e il Fondo Sanitario Regionale: "La Puglia è penalizzata, troppi squilibri tra i territori"

BariToday è in caricamento