Passeggiate con cono e coppetta per salutare il lockdown: in Puglia aperto l'80% delle gelaterie

In questi giorni è stato possibile lavorare con gli asporti. Coldiretti: "E' divenuto l'emblema della ripartenza, della ripresa e della riconquista degli spazi aperti "

Il caldo record ha spinto nelle città alla riapertura anticipata oltre l'80% delle gelaterie che  hanno potuto fornire l'asporto per chi ha deciso di passeggiare all'aria aperta nel weekend. La stima è di Coldiretti Puglia: nella regione sono presenti circa 3mila gelaterie artigianali con 5500 addetti tra gusto ed eccellenze in cono e coppetta.

"Il successo del gelato è dovuto anche alla destagionalizzazione dei consumi dovuta ai cambiamenti climatici in atto e al consumo come pasto alternativo in città nelle pause di lavoro ma anche in relax al mare in spiaggia. In questi giorni è divenuto l'emblema della ripartenza, della ripresa e della riconquista degli spazi aperti dopo il lungo lockdown che ha costretto i pugliesi a restare in casa", commenta Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

"Ad essere preferito è di gran lunga il gelato artigianale nei gusti storici anche se - sottolinea Coldiretti - cresce la tendenza nelle diverse gelaterie ad offrire specialità della casa che incontrano le attese dei diverse target di consumatori, tradizionale, esterofilo, naturalista, dietetico o a chilometri zero come i gelati con frutta e verdura locali ma anche con formaggi Dop o grandi vini.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

  • Coronavirus, a Bari oltre 3mila casi accertati: l'area San Girolamo-Fesca-Stanic-San Paolo è la più colpita

Torna su
BariToday è in caricamento