menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il generale Figliuolo a Bari, visita all'ospedale Covid in Fiera: "Struttura altamente specializzata"

Il commissario all'emergenza sanitaria per la prima volta in Puglia ha visitato la struttura per le maxi emergenze nel quartiere fieristico, poi l'hub vaccini. Il generale si è recato anche nella fabbrica di Dpi allestita dalla Regione Puglia

"Ho visto un percorso ideale: la produzione in house dei dispositivi di protezione che rimane una capacità strategica che va a integrare quello che si può trovare sul mercato, l'ospedale della Fiera del Levante, che mi ha decisamente emozionato e impressionato". Così il commissario straordinario all'emergenza sanitaria, il generale Francesco Figliuolo, oggi per la prima volta in Puglia, al termine della sua visita a Bari che si è estesa dalla fabbrica di Dpi allestita dalla Regione Puglia alla zona industriale all'hub vaccini e alla struttura per le maxi emergenze alla Fiera del Levante.

"Parliamo di 150 posti letto che possono essere scalabili dalla Terapia ad alta intensità al Sub intensiva a una Terapia normale covid", ha detto Figliuolo riferendosi al Covid hospital in Fiera, evidenziando che si tratta "di un bene pubblico altamente specializzato perché gestito dal Policlinico di Bari che è una eccellenza nazionale, dove operano circa 500 persone: 300 infermieri, un centinaio di medici e personale tecnico". 

Per il commissario "il valore aggiunto di questa struttura è che un domani, speriamo un domani prossimo a pandemia finita, può essere reimpiegato come polo di riferimento in questa area del Mezzogiorno, che attrae sempre persone da regioni limitrofe, in caso di emergenze". Sull'hub vaccinazioni in fiera, il generale ha dichiarato di aver visto "raramente un centro vaccinale cosè ben organizzato e questo è un orgoglio perché noi del Mezzogiorno siamo sempre abituati ad autocommiserarci".

Nel corso della stessa visita Figliuolo si è recato anche nell'hub vaccinale della Fiera del Levante, dove ha voluto osservare da vicino le procedure delle vaccinazioni in atto, seguendo un percorso che è partito dalla sala di attesa e di accettazione ha attraversato l’intera area vaccinale, passando per i 20 box dove sono al lavoro medici e infermieri per poi spostarsi nella sala della preparazione delle siringhe e la sala della emergenza. Figliuolo e Curcio hanno salutato gli operatori e scambiato qualche battuta anche con chi era in attesa della somministrazione in quel momento. “Ho fatto anche io il vaccino Astrazeneca, bene”, ha detto Figliuolo, rivolgendosi ad una paziente.  Il generale si è quindi complimentato per l'organizzazione dell'hub: "Ottimi il sistema di chiamata e la configurazione dei box che facilitano sia il lavoro del personale che il percorso degli utenti da vaccinare". Così il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid ha commentato l’organizzazione dell’Hub Fiera durante la visita di questa mattina. Con lui anche il capo della Protezione civile nazionale Fabrizio Curcio, accompagnati dal presidente Emiliano, l’assessore Lopalco, dal dg ASL Bari Sanguedolce e dal coordinatore regionale della protezione civile, Lerario.

Il generale Figliuolo – arrivato nel centro della ASL alle 12.30 - ha voluto osservare da vicino le procedure delle vaccinazioni in atto, seguendo un percorso che è partito dalla sala di attesa e di accettazione ha attraversato l’intera area vaccinale, passando per i 20 box dove sono al lavoro medici e infermieri per poi spostarsi nella sala della preparazione delle siringhe e la sala della emergenza. Figliuolo e Curcio hanno salutato gli operatori e scambiato qualche battuta anche con chi era in attesa della somministrazione in quel momento. “Ho fatto anche io il vaccino Astrazeneca, bene”, ha detto Figliuolo, rivolgendosi ad una paziente.  

Il dg Sanguedolce ha illustrato il percorso. “Ringrazio il generale Figliuolo per il plauso alla nostra organizzazione – ha detto dg Sanguedolce – l’hub Fiera è il centro nevralgico della campagna vaccinale dove abbiamo messo in piedi un modello logistico e organizzativo su grandi numeri. L’hub ha al momento all’attivo 16mila vaccinazioni, - prosegue dg – ed è destinato ad aumentare la sua capacità di somministrazioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento