rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Gestione casi Covid, parte il nuovo sistema: "Comunicazioni automatiche per fine isolamento e quarantena, già inviate a 46mila pugliesi"

Il punto del Dipartimento di Promozione salute sui cambiamenti in corso per "sollevare il carico di lavoro che grava su operatori Asl, medici di famiglia e pediatri". A regime la funzionalità che consente a questi ultimi la richiesta di tampone per i pazienti sintomatici

Regione al lavoro per portare a regime il nuovo sistema per la gestione dei casi Covid, attraverso "una massiva automazione e digitalizzazione dei processi connessi all’emergenza", con l'obiettivo "di sollevare il carico di lavoro ormai da tempo insostenibile che grava sugli operatori sanitari dei Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali, sui Medici di Medicina Generale e sui Pediatri di Libera Scelta, nonché sulle altre figure professionali coinvolte nelle attività di gestione dei casi Covid-19 e relativi adempimenti amministrativi".

In una nota, il punto sull'attivazione delle nuove procedure da parte del Dipartimento Promozione della Salute. A seguito dei Protocolli sottoscritti nei giorni scorsi con le rappresentanze dei Medici di Medicina Generale, dei Pediatri di Libera Scelta e con le Associazioni di categoria delle farmacie convenzionate, "sono state conseguentemente avviate le attività tecniche volte ad automatizzare le procedure di gestione dei casi Covid-19 in linea con le recenti disposizioni nazionali che hanno, tra l’altro, equiparato i test antigenici rapidi e i test molecolari (eseguiti in una struttura della Rete regionale dei test SARS-CoV-2) ai fini dell’accertamento diagnosi e dell’accertamento della guarigione da Covid-19 e hanno definito le nuove modalità organizzative di gestione dei casi in ambito scolastico oltre a definire le nuove regole per la quarantena e l’isolamento.

Grazie alle scelte a suo tempo fatte nella realizzazione di un sistema informativo regionale per la gestione dell’emergenza Covid-19 e per il monitoraggio epidemiologico denominato “IRIS” (Infections Regional Informative System) cooperante con le altre piattaforme regionali di gestione delle attività vaccinali “GIAVA” e di comunicazione multicanale “Sm@rtHealth” nonché con il sistema informativo dell’Istituto Superiore di Sanità e con la piattaforma nazionale Green Pass (DGC), la Regione sta dunque puntando sull'automazione dei processi.

"L’obiettivo - è spiegato - è quello di risolvere una estrema complessità insita nelle nuove regole di gestione dei casi Covid-19 mediante l’automazione dei processi in modo da garantire una risposta più efficiente alle esigenze dei pugliesi di ottenere in tempi rapidi l’esecuzione dei test SARS-CoV-2, nei casi previsti nonché ottenere gli attestati degli esiti dei test, i provvedimenti di inizio e fine isolamento e l’aggiornamento della situazione dei Green pass".

Sistema unico per la raccolta dei risultati dei test

Il sistema “IRIS” raccoglie gli esiti di tutti i test (antigenici e molecolari) eseguiti da tutti i punti (laboratori pubblici e privati, farmacie, medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, strutture di ricovero, strutture di emergenza urgenza) e la gestione informatizzata di tutte le informazioni che vengono richieste ai fini del monitoraggio della pandemia a livello nazionale e regionale nonché ai fini dei bollettini predisposti dalla Protezione Civile/Struttura Commissariale nazionale. Tutto ciò grazie agli oltre 12.000 operatori (medici, sanitari, farmacisti, amministrativi) profilati nella piattaforma regionale “IRIS” e ai circa 300 laboratori di analisi collegati, alle 650 farmacie operative i quali garantiscono oggi la gestione integrata degli oltre 2.500.000 casi registrati nella piattaforma regionale “IRIS”.

Comunicazioni automatiche per la fine isolamento/quarantena: 'liberati' 46mila pugliesi

Le procedure operative progettate nelle scorse settimane hanno sin qui consentito di risolvere talune criticità insormontabili presenti in tutte le Regioni italiane e di portare progressivamente a regime una gestione innovativa dell’emergenza Covid-19. Ad oggi, sono stati automaticamente “liberati” dall’isolamento o dalla quarantena domiciliare circa 46.000 pugliesi mediante invio di comunicazioni automatiche (SMS/e-mail) con relativo aggiornamento della posizione Green pass. Sono in via di ultimazione le comunicazioni automatiche per circa 4.000 pugliesi che attendono l’esecuzione dei test di accertamento della guarigione e conseguente fine isolamento. Essi possono rivolgersi anche alle farmacie convenzionate o ai laboratori di analisi facenti parte della rete regionale SARS-CoV-2. Inoltre, sono state messe a regime le funzionalità che consentono ai Medici di Medicina Generale e ai Pediatri di Libera Scelta di effettuare le richieste di test SARS-CoV-2 per i soggetti sintomatici con assegnazione automatica degli appuntamenti presso i drive through ASL nonché per l’emissione delle richieste per la gestione dei casi scolastici.

A breve - spiegano ancora dalla Regione -  saranno effettuate ulteriori evoluzioni che consentiranno di ricevere automaticamente oltre agli attestati di esito dei test anche i provvedimenti di inizio e di fine isolamento importanti anche per la riammissione in comunità, sui luoghi di lavoro o a scuola. Inoltre, entro la fine di questo mese sarà predisposto anche un promemoria di richiesta di test SARS-CoV-2 al fine di agevolare ulteriormente l’iter di accesso ai test SARS-CoV-2 da parte dei pugliesi. Tutti i documenti prodotti dalle piattaforme regionali sono messi a disposizione mediante i servizi “on line” del Portale regionale della salute.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione casi Covid, parte il nuovo sistema: "Comunicazioni automatiche per fine isolamento e quarantena, già inviate a 46mila pugliesi"

BariToday è in caricamento