rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Attualità Capurso

Giordano, il ballerino fuggito dall'Ucraina, lancia una raccolta fondi online: "Aiutatemi a completare gli studi a Milano"

L'accademia di ballo di Kiev ha una sede in Italia ed è pronta ad accoglierlo per i prossimi cinque mesi, ma per riprendere il sogno spezzato dalla guerra il 19enne ha bisogno di un sostegno

La guerra ha spezzato il sogno di Giordano Signorile. Il 19enne ballerino di Capurso da quattro anni a Kiev per formarsi in una delle migliori scuole di danza del mondo era rimasto rinchiuso per giorni in un garage per scampare ai bombardamenti russi sulla capitale ucraina. Poi, il salvataggio con l’intervento dell’ambasciata e il complicato viaggio tra le macerie del Paese sotto assedio fino al ritorno a casa. La sua storia aveva tenuto in apprensione l’Italia, sollevata davanti alle immagini del suo abbraccio con la mamma Fausta, il resto della famiglia e gli amici all’arrivo sul binario della stazione di Bari. Ma Giordano non può fermarsi  eper inseguire il suo sogno deve enere in tensione e in armonia il suo corpo. Così ha lanciato una campagna di raccolta fondi per poter seguire il corso di specializzazione in danza all’accademia Ucraina di Milano. Lo ha fatto con un crowdfunding sul web, che in meno di 24 ore ha racimolato già più di mille e 60 euro, grazie a un donatore anonimo che da solo ne ha offerti mille. L’obiettivo è arrivare a 7 mila e 500, cifra che gli servirà per pagarsi vitto, alloggio e corso a Milano per i prossimi cinque mesi.

“Un pazzo – scrive nell’appello online - ha infranto il mio sogno: diventare un affermato ballerino classico; la mia passione. Ho lasciato casa adolescente a 14 anni per trasferirmi a Kyiv per studiare balletto presso il Kyiv Choreographic college, grazie a una importante borsa di studio vinta in Italia. Dovevo diplomarmi a giugno prossimo per poi lavorare nelle più prestigiose compagnie di danza e teatri del mondo, ma ciò, per ora, non sarà più possibile: la mia seconda patria l'Ucraina è devastata dal conflitto. Dal mio ritorno la musica nelle mie orecchie altro non è che il "sibilo" delle bombe che ogni notte mi tormentava nel rifugio dove ho trovato riparo”.

Giordano si è allenato dal suo ritorno in Puglia grazie alla madre, insegnante di danza, ma ora gli serve completare il suo percorso per spiccare definitivamente il volo nella danza classica. “L'Accademia Ucraina di balletto a Milano – racconta -  mi ha offerto l'opportunità di continuare i miei studi e diplomarmi e non posso perdere questa opportunità. Sono comunque giorni difficili per me questi, quando mi è capitato di uscire con gli amici ho abbozzato un sorriso un po’ falso, perché dentro di me c’è tutta l’angoscia per ciò che sta accadendo in Ucraina, la mia seconda casa. Lì ho lasciato amici, compagni di corso e insegnanti, con i quali mi sento tutti i giorni. Gli uomini non possono lasciare il Paese perché sono precettabili, potrebbero essere chiamati a combattere la guerra. E provo – conclude - ad aiutarli in tutti i modi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giordano, il ballerino fuggito dall'Ucraina, lancia una raccolta fondi online: "Aiutatemi a completare gli studi a Milano"

BariToday è in caricamento