Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Pozzo abusivo in autolavaggio, i reflui "direttamente" nella falda: scattano sigilli e denuncia

Gli inquirenti hanno accertato che la ditta, con sede a Giovinazzo, non era dotata di impianto di depurazione delle acque del piazzale, come prevedono le norme di legge

I Carabinieri Forestali e i militari della stazione Cc di Giovinazzo hanno scoperto, nella cittadina barese, un pozzo trivellato abusivamente all'interno di un autolavaggio. Gli inquirenti hanno accertato che la ditta non era dotata di impianto di depurazione delle acque del piazzale, come prevedono le norme di legge.

I reflui sarebbero stati convogliati in una condotta che sversava direttamente in falda. Lo scarico abusivo è stato sequestrato: per il titolare della ditta è scattata la denuncia per aver violato il divieto di scarico diretto di acque meteoriche in quelle sotterranee.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzo abusivo in autolavaggio, i reflui "direttamente" nella falda: scattano sigilli e denuncia

BariToday è in caricamento