rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

In Puglia 8 bambini e 4 mamme dall'inferno della guerra in Ucraina: "Quattro minori ricoverati al Giovanni XXIII"

"Siamo pronti a dare loro tutte le cure e l’assistenza di cui hanno bisogno - ha dichiarato il governatore Michele Emiliano - . Ringrazio tutti coloro che sono al lavoro per dare supporto e accoglienza"

Quattro bambini bisognosi di cure in ospedale sono giunti dall'Ucraina in Puglia attraverso un'operazione di trasferimento in aereo. I piccoli saranno ricoverati all'ospedale Giovanni XXIII di Bari assieme alle loro mamme.

Complessivamente sono 12 le persone giunte con il collegamento aereo, tra cui 8 bimbi e 4 adulti. Il personale pugliese, guidato dal dottor Felice Spaccavento e composto dall’infermiera Giuseppina Muggeo e dalla mediatrice culturale della Regione Puglia Karina Pershyna, si è recato questa mattina da Bari in Polonia, in prossimità del confine con l’Ucraina, a prenderli: "Siamo pronti a dare loro tutte le cure e l’assistenza di cui hanno bisogno - ha dichiarato il governatore Michele Emiliano - . Ringrazio tutti coloro che sono al lavoro per dare supporto e accoglienza”.

Un ATR42 della Guardia Costiera di Catania è partito da Bari stamane alle 9,30 verso l’aeroporto di Rzesow in Polonia, a circa 70 km dal confine con l’Ucraina, per poi ripartire nel primo pomeriggio e atterrare alle 17,30 all’aeroporto di Bari-Palese, con a bordo il gruppo di 12 rifugiati. Assieme al medico rianimatore Felice Spaccavento, che ha seguito l’operazione per quanto riguarda gli aspetti sanitari, in particolare per le prime verifiche sulla salute di donne e bambini e, appena giunti a Bari, l’esecuzione di tamponi anti-Covid, c’erano l’infermiera Giuseppina Muggeo e la mediatrice culturale della Regione Puglia Karina Pershyna. La missione è stata condotta in coordinamento con il Servizio di emergenza territoriale 118, per i necessari trasferimenti, e con il Policlinico di Bari, che si occuperà delle cure da prestare a quattro piccoli ucraini, vista la loro condizione di fragilità, nell’Ospedale Giovanni XXIII.

I quattro piccoli pazienti, dai 10 ai 16 anni con patologia diabetica, sono stati ricoverati presso il reparto di malattie metaboliche dell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII e sono assistiti dagli specialisti diabetologi del reparto Maurizio Delvecchio ed Elvira Piccinno. Con loro sono state ricoverate anche le rispettive mamme e la sorellina piccola di uno dei pazienti per evitare che stesse lontana dalla madre. I restanti minori saranno ospitati in due comunità, a Molfetta e Barletta.

“È stata una delle esperienze più toccanti della mia vita - ha dichiarato il dottor Felice Spaccavento - ho visto nei loro occhi la paura, il timore, la drammaticità della guerra che era lì, a pochi chilometri di distanza. Sono orgoglioso di aver portato il mio team dalla Puglia ed essere riuscito a recuperare questi bambini che finalmente, forse, potranno tornare a sorridere un po’ di più nonostante quello che hanno subito”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Puglia 8 bambini e 4 mamme dall'inferno della guerra in Ucraina: "Quattro minori ricoverati al Giovanni XXIII"

BariToday è in caricamento