Giovedì, 13 Maggio 2021
Attualità

Al via i vaccini per gli over 60 in Puglia, somministrazioni aperte ai 79enni: code ordinate in Fiera

Timori su possibili disagi erano legati alla doppia comunicazione nella giornata di domenica da parte della Regione: la prima informava che sarebbero state disponibili dosi di AstraZeneca per tutti gli over 60 anche senza prenotazione. Pochi i casi di persone rimandate indietro

Non è andata come si temeva. Salvo qualche caso sporadico di persone che lamentavano all’ingresso di non aver avuto informazioni chiare, nell’hub vaccinale dello Spazio 7 della Fiera del Levante le operazioni programmate per lunedì 12 aprile per somministrazioni non hanno creato caos. I timori erano legati alla doppia comunicazione emersa nella giornata di domenica da parte della Regione. La prima informava che oggi sarebbero state disponibili dosi di AstraZeneca per tutti le persone ultrasessantenni “senza alcuna preventiva conferma di adesione o prenotazione”. La seconda, invece, che ci sarebbero stati degli scaglioni, a partire dai nati nel ’42.

“Chi ha già effettuato l’adesione sul sistema ‘La Puglia ti vaccina – si legge -, avrà un accesso prioritario nei giorni e nella fascia oraria programmati. Sarà però consentita parallelamente la vaccinazione con Astrazeneca a tutti coloro compresi nella fascia di età tra 79 ai 60 anni che non hanno avuto ancora possibilità di prenotarsi, in ordine di anzianità a partire da lunedì 12 aprile per i 79 enni. Per evitare sovrafflusso per la giornata di lunedi 12 aprile verranno vaccinati negli hub della Puglia tutti i cittadini pugliesi senza fragilità di 79 anni (nati nel 1942). Martedi 13 aprile la vaccinazione sarà aperta alla fascia dei 78 anni (nati nel 1943). Ovviamente sino ad esaurimento dei vaccini disponibili”.

La paura era che si potesse ripetere il caos di venerdì 9 aprile, quando un’informazione arrivata agli utenti in maniera non chiara aveva creato caos e assembramenti agli ingressi, con pazienti oncologici, disabili e ultraottantenni in coda e senza un’indicazione chiara alle 9 del mattino. Tanto da costringere all’intervento della polizia locale e della protezione civile, con transenne disposte nella tarda mattinata.

I vaccini programmati per tutta la giornata di lunedì sono invece in tutto 905, di cui 450 destinati ai 79enne prenotati. La restante parte agli altri prenotati e a chi in quella classe di età non aveva invece la prenotazione. Sono state anche fatte le seconde dosi Pfizer per persone sopra gli ottant’anni. L’organizzazione ha funzionato con un pre filtraggio all’ingresso monumentale della Fiera disposto da protezione civile e polizia municipale, con transenne che a loro volta hanno disegnato un percorso che divideva le persone con prenotazione e non.

Una decina di persone, non nello stesso momento, sono state rimandate indietro perché nate dopo il ’42, convinte che avessero avuto diritto nella giornata di lunedì alla loro dose. Altri si sono presentati alla ricerca di informazioni per il vaccino da caregiver, altri per quello in base alla legge 104 del figlio disabile. Per fortuna però tutto o quasi questa è andato per il meglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via i vaccini per gli over 60 in Puglia, somministrazioni aperte ai 79enni: code ordinate in Fiera

BariToday è in caricamento