Il Popolo della famiglia di Noicattaro chiede risposte sulla situazione degli alloggi di residenza pubblica, tra pochi giorni alcune famiglie potrebbero andare a vivere sotto dei ponti.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il Popolo della famiglia di Noicattaro chiede risposte sulla situazione degli alloggi di residenza pubblica, tra pochi giorni alcune famiglie potrebbero andare a vivere sotto dei ponti. A nulla è servito la richiesta protocollata il giorno 15.10.2019 con il quale si chiedeva il perché non erano stati ancora assegnati gli alloggi di residenza popolare situate in via della Stazione. Continuano ad essere molte le famiglie o le persone in difficoltà economica con disabilità che non possono permettersi non solo l’acquisto di una casa di proprietà ma anche l’impegno di un affitto ai prezzi attuali di mercato. Il Referente Cittadino del Popolo della Famiglia Giuseppe Mazzei afferma: “Siamo di fronte ad una vera e propria emergenza abitativa e il Governo cittadino continua a non dare risposte. Ci sono diverse famiglie che a breve non sapranno dove andare a dormire, persone disabili costrette a dover abbandonare la nostra Città perché il nostro sindaco si ostina a non fornire delle risposte concrete “e conclude “nei prossimi giorni terremo una conferenza stampa con le associazioni pro life e con quelle che si occupano di disabilità, se necessario faremo una manifestazione di protesta d’avanti alla Regione alla presenza del garante della disabilità. Non si può più attendere, la situazione è tragica e vogliamo essere la voce di chi non l’ha. Facciamo appello alle istituzioni regionali di intervenire”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento