Immobili del Comune dati in concessione per sei anni, online il bando: domande fino al 28 settembre

Sono 10 in totale le strutture, di cui nessuno ha fatto richiesta nelle precedenti manifestazioni d'interesse o in scadenza per la precedente locazione.

Immobili non ancora dati in concessione, poiché nelle precedenti manifestazioni d'interesse, nessuno si è presentato. Il Comune ci riprova, e pubblica sul portale istituzionale il bando per la concessione delle strutture per sei anni, in applicazione del Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni 2018/2020, approvato dalla giunta comunale.

Gli immobili in concessione:

Ecco la lista degli immobili in concessione da parte del Comune:

·        Lotto 1: suolo a Santo Spirito, 4.334 mq, 50.560,21 euro l’anno

·        Lotto 2: suolo (relitto) tra via Torre Tresca e via Tatarella, 20.895 euro l’anno

·        Lotto 3: locale al San Paolo, in via Abruzzi n. 2, 41,50 mq, 2.784,12 euro l’anno

·        Lotto 4: locale al San Paolo, in via Abruzzi n. 6, 41,50 mq, 2.784,12 euro l’anno

·        Lotto 5: locale al San Paolo, in via Abruzzi n. 12, 41,50 mq, 2.784,12 euro l’anno

·        Lotto 6: locale al San Paolo, in via Abruzzi n. 16, 47 mq, 3.153 euro l’anno

·        Lotto 7: locali in via Guglielmo Appulo n. 1/bis Sub 2, 143,70 mq, 15.864,48 euro l’anno

·        Lotto 8: locali in via Guglielmo Appulo n.1/bis Sub 3, 87,60 mq, 9.671,04 euro l’anno

·        Lotto 9: Chiosco-edicola in piazza Santa Rita a Carbonara, 11,50 mq, 1.048,80 euro l’anno

·        Lotto 10: ex mercato di Via Carrante a Poggiofranco, 379.353,60 euro l’anno.

I termini per la concessione

Come già anticipato, la concessione avrà la durata di sei anni a decorrere dalla data del verbale di consegna. Il criterio di aggiudicazione è il massimo rialzo rispetto alla base d’asta prevista per ciascun immobile. Sono ammesse sole offerte in aumento di 10 euro o multipli, pena l’esclusione dalla gara. "La documentazione richiesta dovrà pervenire - spiega il Comune - secondo le modalità indicate nell’avviso, entro e non oltre le ore 12.00 del 28 settembre 2018 all’ufficio protocollo del Comune di Bari - ripartizione Patrimonio - viale Archimede 41 - 70126 Bari".

“Con il bando pubblicato oggi - commenta l’assessore al Patrimonio Pierluigi Introna - l’amministrazione intende mettere a disposizione di cittadini e operatori commerciali quei beni che, negli ultimi anni, sono stati oggetto di bandi ad hoc per assegnarne la gestione e per i quali non si è mai riscontrata alcuna manifestazione d’interesse. Si tratta di diversi immobili che, scadute le relative locazioni o concessioni, vengono così reinseriti in un percorso di utilizzo sia a fini commerciali sia per fini diversi, e comunque non istituzionali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento