Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità Molfetta

Curare il tumore alla prostata e un decorso post operatorio più rapido: interventi innovativi all'ospedale di Molfetta

Nella struttura barese sempre più diffuso l'utilizzo dell'anestesia spino-peridurale per ridurre i rischi nel paziente

Interventi per tumori alla prostata con “paziente vigile” e un decorso post-operatorio rapidissimo, con una degenza media di cinque giorni prima di tornare a casa: è quanto messo a punto grazie al lavoro multidisciplinare che, da oltre un anno, coinvolge le due équipe di anestesisti e urologi dell’Ospedale “Don Tonino Bello” di Molfetta.

Gli interventi sono eseguiti con un'anestesia spino-peridurale, evitando il ricorso a quella generale che comporta anche maggiori rischi di effetti collaterali

La procedura spino-peridurale, che viene ovviamente utilizzata in taluni casi nei Centri chirurgici della Asl Bari, è ormai parte del patrimonio dell’Unità operativa di Urologia, diretta dal dottor Vincenzo Verriello, un reparto che nel 2019 ha eseguito 420 interventi (80 maggiori e 136 in urgenza) e garantito più di 12mila prestazioni ambulatoriali, oltre a 153 day service chirurgici e 70 oncologici.  Numeri che arricchiscono l’attività complessiva del Dipartimento di Urologia della Asl diretto dal dottor Vito Ricapito, in cui nello stesso periodo 2019 sono stati eseguiti quasi 1700 interventi chirurgici, con 20.800 prestazioni ambulatoriali". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curare il tumore alla prostata e un decorso post operatorio più rapido: interventi innovativi all'ospedale di Molfetta

BariToday è in caricamento