Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Luciano Rezzolla racconta i buchi neri: "Ora studiamo il centro della nostra galassia. L'astrofisica barese può crescere"

 

Ha studiato a Bari uno dei 'padri' della prima foto realizzata di un buco nero. Dopo anni di lavoro fuori dalla Puglia - attualmente è direttore dell'Istituto di astrofisica dell'Università di Francoforte - Luciano Rezzolla torna nel capoluogo come ospite della conferenza 'Strangeness in quark matter', organizzata dalla sezione barese dell'Istituto nazionale di Fisica nucleare a Villa Romanazzi Carducci. L'astrofisico è stato membro del Comitato scientifico che ha collaborato all'Eht (Event Horizon Telescope), il progetto che a marzo ha sorpreso il mondo con lo scatto della galassia Messier 87, nato dall'interpolazione di più fotografie del buco nero, catturato da sei telescopi posizionati in diverse città d'Europa e d'America. Al microfono di BariToday parla del prossimo obiettivo della ricerca del team: "Si tratta di un buco nero molto più piccolo - riferendosi al centro della nostra galassia - quindi è più difficile da analizzare e fotografare. Come se si volesse fare una foto a un bambino che si muove sempre".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento