menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raddoppio di via Amendola, avanti con lavori e confronto. I residenti: "Resta il nodo del parcheggio Rfi"

Incontro tra il comitato di abitanti della strada e dintorni con i tecnici del Comune: il cronoprogramma dei lavori procede senza intoppi. I cittadini chiedono di affrontare la questione dell'area della nuova stazione Executive

Proseguono i lavori e il confronto per l'allargamento di via Amendola, opera che rivoluzionerà la viabilità per entrare o uscire dal capoluogo pugliese. Il cronoprogramma dei cantieri prosegue senza particolari problematiche: si sta lavorando, infatti, sulle aree espropriate dove ci sarà il raddoppio delle corsie di marcia. Nelle scorse settimane sono stati effettuati espianti e abbattimenti di alberi. Ne mancano 8 sui 60 previsti dal progetto. Le opere non stanno provocando problemi alla circolazione, poiché si sta lavorando, come spiegano i tecnici comunali a BariToday, sulle zone esterne.

A che punto sono i lavori?

Tra marzo e aprile sarà terminata la prima fase e il tratto di strada realizzato sarà utilizzabile dai veicoli: il cantiere, infatti, si sposterà sull'altro versante, con la realizzazione di spartitraffico e della seconda carreggiata. I lavori, avviati a giugno di quest'anno, saranno ultimati (se non vi saranno intoppi) tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020. Nel frattempo, i residenti continuano a far presenti problematiche e suggerimenti per migliorare l'opera, eliminando i disagi in particolare per la zona dell'Executive, come chiesto da tempo dagli abitanti delle palazzine. Stamane, in Commissione Trasparenza a Palazzo di Città, c'è stato un incontro al quale ha preso parte il comitato di residenti di via Amendola e dintorni che si è confrontato con l'ingegner Claudio Laricchia della Ripartizione Traffico del Comune. Assente, per motivi di salute, l'assessore Galasso, circostanza che ha comporterà un riaggiornamento della questione, tra 10 giorni, con un altro incontro a Palazzo di Città.

Attraversamenti pedonali sicuri e asfalto fonoassorbente

"Sul progetto di via Amendola - spiega il presidente del Comitato, l'avvocato Maurizio Attanasi - abbiamo ottenuto la conferma che le rotatorie saranno bidirezionali, consentendo un innesto confortevole sulla strada e quelle limitrofi". Un'altra questione, invece, riguarda gli attraversamenti pedonali: il Comune esclude che possano essere piazzati dei semafori che bloccherebbero il traffico e vanificherebbero l'azione dei rondò. Le zone con le strisce saranno proprio in corrispondenza di questi ultimi e obbligheranno i pedoni a fermarsi prima di completare la seconda parte dell'attraversamento, in modo da migliorarne la sicurezza. Sul fronte dell'inquinamento acustico, invece, confermata l'apposizione di un asfalto fonoassorbente all'altezza dell'ospedale 'Giovnani XXIII' mentre sembra più probabile la realizzazione di un nuovo muro con pannelli per limitare l'impatto sonoro del traffico, per l'asilo nido nelle vicinanze della strada. 

I residenti non vogliono il parcheggio di scambio Executive

La questione più dirimente, per i residenti, riguarda però un altro aspetto, non collegato direttamente al progetto del Comune: "Noi chiediamo sempre chiarimenti sul programma di Rfi per la realizzazione del parcheggio di scambio della nuova stazione Executive. Riteniamo sia inutile poiché si procederà con la riqualificazione di quello di Mungivacca, nelle vicinanze dell'Ikea". A questo proposito, il Comune spiega che "come uffici si sta valutando attentamente il progetto di Rfi cercando di trovare eventualmente delle modifiche che possano contemperare le esigenze della collettività con quelle dei residenti limitrofi". L'ipotesi più probabile, al momento, è quella di una riduzione dei posti, in modo da diminuirne l'impatto sull'area.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento