Da San Pasquale a Catino, 10 luoghi di Bari scelti dai cittadini: saranno riqualificati

La Giunta comunale ha infatti approvato lo studio di fattibilità sui progetti di riqualificazione, per un valore complessivo di 5 milioni di euro

Largo Ciaia

Dieci luoghi della città di Bari scelti dai cittadini attraverso un laboratorio di partecipazione e progettazione condivisa saranno riqualificati: la Giunta comunale ha infatti approvato lo studio di fattibilità sui progetti di riqualificazione, per un valore complessivo di 5 milioni di euro.

L’Amministrazione comunale, lo scorso anno, ha avviato il “Patto con i Municipi”, un programma di 70 interventi di “agopuntura urbana” sullo spazio pubblico con l’obiettivo di migliorare la qualità dei luoghi della vita quotidiana dei cittadini, attraverso interventi di mobilità sostenibile, di moderazione del traffico, di rigenerazione di piazze e percorsi pedonali, di miglioramento del verde urbano. Questo programma aveva alla base un percorso di progettazione partecipata che si è basato su un confronto stabile e strutturato con gli attori territoriali, la cittadinanza attiva e gli abitanti sui temi della rigenerazione urbana, che è poi confluito in una consultazione pubblica denominata “10 Li scegli tu”, con cui sono stati individuati, mediante la piattaforma comunale www.bariinnovazionesociale.it, 10 interventi di riqualificazione di altrettanti spazi pubblici, in aggiunta ai 70 già finanziati all'interno del "Patto con i Municipi”.

Alla chiusura del sondaggio il 31 marzo, si sono registrate 15.488 preferenze che hanno permesso l’individuazione di due luoghi per ciascun municipio che hanno raggiunto il maggior numero di preferenze sono e che quindi saranno oggetto di interventi di riqualificazione:

Per il Municipio I le aree esterne alla Caserma Picca e al Mercato Guadagni a Madonnella e le aree incolte a strada La Penna a Torre a Mare, per il Municipio II Largo Ciaia e largo Principessa Iolanda a S. Pasquale e via Lembo e aree inutilizzate via Devitofrancesco a Picone, per il Municipio III aree verdi e spazi pedonali nei pressi della scuola Marconi nel quartiere omonimo e le aree incolte in Via Romito a San Girolamo, per il Municipio IV il Giardino Don Vito Marotta a Loseto e l'area ex mercato di via Cascia a S. Rita, per il Municipio V l'ex area mercato di via Del Turco e il Giardino antistante la Chiesa San Nicola a Catino

Una volta individuati gli spazi si sono tenuti i laboratori di progettazione partecipata, strutturati in due incontri: il primo con un sopralluogo sulle aree e il secondo con un incontro per la definizione degli obiettivi per la trasformazione dello spazio. Gli interventi si sono così configurati come opere di miglioramento della viabilità carrabile, come interventi di traffic calming, e di potenziamento della mobilità sostenibile, con una robusta rete di piste ciclabili, nonché interventi di incremento di aree verdi. La finalità è quella di aumentare la qualità di vita dei luoghi, realizzando una serie di interventi di riqualificazione e creazione di nuove piazze e percorsi pedonali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo provvedimento ci ha permesso da un lato di approvare la prima fase di progettazione dei dieci interventi scelti dai cittadini e in secondo luogo abbiamo potuto inserire le opere ufficialmente nel Piano triennale delle opere pubbliche che sarà approvato nelle prossime settimane – ha spiegato l’assessore Giuseppe Galasso -. Abbiamo cosi dato corpo ad un rapporto di collaborazione e di fiducia con i cittadini che si sono resi protagonisti di una scelta, matura e consapevole che riguarda la città in cui vivono. Non solo abbiamo, attraverso questo programma, delegato loro la responsabilità della scelta, ma abbiamo anche individuato insieme le caratteristiche della progettazione, definendo spazi, funzioni, obiettivi e modalità di realizzazione degli interventi che andremo a realizzare. In questo modo vogliamo che i cittadini si sentano maggiormente responsabilizzate nella cura dei luoghi una volta che le opere saranno realizzate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento