menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcinacci caduti e logoramento quotidiano: lavori urgenti per mettere in sicurezza 3 ponti a Bari

Stanziati 133mila euro: gli interventi dureranno 4 settimane e riguarderanno i cavalcavia XX Settembre (tra corso Cavour e viale Unità d'Italia), Padre Pio (Tra via Magna Grecia e via Omodeo) e quello di viale Giuseppe Solarino al Quartierino

La Giunta comunale di Bari ha stanziato 133mila euro per mettere in sicurezza e ripristinare tre ponti della città, il XX Settembre (tra corso Cavour e viale Unità d'Italia), il Padre Pio (Tra via Magna Grecia e via Omodeo) e quello di viale Giuseppe Solarino al Quartierino. Gli interventi, dopo controlli condotti dai tecnici della Ripartizione Lavori Pubblici, prevederanno la rimozione totale del calcestrizzo degradato, integrazioni e manutenzione dei ferri d'armatura. I lavori dureranno 4 settimane e non comporteranno limitazioni alla circolazione stradale. 

“Abbiamo verificato il distacco di qualche calcinaccio da alcune porzioni dei ponti che abbiamo attenzionato e, per evitare che possano verificarsi incidenti o danni a persone o cose, è stato deciso di intervenire immediatamente mediante la somma urgenza - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Si tratta di infrastrutture datate, sottoposte ad un’azione di logoramento quotidiana molto forte, visto il numero di veicoli che vi transitano e, complici anche gli effetti prolungati in occasione di condizioni meteorologiche avverse, si può incorrere in qualche situazione di deperimento delle strutture". 

"Nel caso del ponte di San Pio, un asse di collegamento molto importante per la città - aggiunge Galasso -, non è stato previsto nel piano triennale un progetto di rifacimento complessivo perché proprio questo cavalcavia sarà completamente demolito e ricostruito nell’ambito dei lavori del cosiddetto “collo d’oca”, che prevedono lo spostamento dei binari nella zona sud di Bari. Come già detto in altre occasioni, infatti, questa infrastruttura deve essere adeguata al nuovo assetto con quattro binari, due di RFI accanto a due di FSE. Dal punto di vista carrabile, questo ponte resterà sempre a quattro corsie di marcia, due per direzione, con un camminamento pedonale più comodo ottenuto allargando il marciapiede fino a 2,5 mt rispetto ai 90 cm attuali, con l’aggiunta di una pista ciclabile sul lato opposto che collegherà le ciclabili da un lato di via Caldarola e dall’altro di via Amendola. Per il ponte Solarino, invece, è previsto un intervento di riqualificazione nell’ambito delle opere stradali che FAL eseguirà in compensazione della chiusura del passaggio a livello di via delle Murge, lavori che dovranno verosimilmente essere cantierizzati entro il 2021”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento