Rete di sostegno ai giovani diabetici, nel Consiglio direttivo entra la barese Lucia Vitale

Ieri si è conclusa la tre giorni di lavori a Bari di Agd Italia, che riunisce 51 associazioni di aiuto a bambini e giovani con diabete

Al centro nella foto, Lucia Vitale (Foto nell'articolo: la nuotatrice Michela Cogo)

C'è anche un po' di Bari nel direttivo nazionale di AGD Italia, la rete di Associazione di aiuto a bambini e giovani con diabete. Nel nuovo Consiglio direttivo è stata eletta infatta una barese, Lucia Vitale, già presidente di Apgd Bari e vicepresidente della neonata AGD Puglia. Il rinnovo del Consiglio è avvenuto al termine della tre giornate di lavori di AGD Italia, tenutasi proprio nel capoluogo pugliese, con la partecipazione di 51 associazioni dei genitori di bambini con diabete di tipo 1 da tutta Italia.

Michela_Cogo_AGD1-2Nel Consiglio direttivo sono stati eletti anche Giovanni Lamenza - presidente uscente - Maria Lisa Calzetti, Debora Feroldi, Francesca Magnano, Fabiano Marra, Raffaele Pediliggieri, Raffaella Sommacal e Laura Tamberi. Durante l'incontro è stata anche scelta la nuova testimonial dell'associazione: si tratta di Michela Cogo, 22enne campionessa di nuoto in acque libere della provincia di Verona, affetta da diabete di tipo 1. Insieme all’orsetto Lino, il peluche che 'coccola' e aiuta i nostri bambini, porterà la sua voce e la sua storia di atleta con diabete in giro per il Paese. Durante l'assemblea di chiusura dell'evento, tenutasi ieri, le è stata anche consegnata la maglietta ufficiale del Lino nuotatore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dalla tre giorni del coordinamento nazionale delle associazioni di genitori di bambini con diabete del nostro Paese - ha detto in chiusura di lavori Giovanni Lamenza - sono emersi due messaggi importanti. Il primo è che l’affluenza, la partecipazione e l’energia che c’è stata dimostrata confermano ancora una volta la risorsa estremamente importante che è nel terzo settore, nelle associazioni di volontariato. La seconda è che abbiamo davanti una strada ancora difficile da percorrere. Le istituzioni devono ancora rivolgerci un ascolto attivo perché la disparità di trattamento di equità di accesso alle cure sul nostro territorio è ancora estremamente disuniforme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento