rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità San Girolamo - Fesca / Lungomare IX Maggio

La spiaggia di San Girolamo 'mangiata' dal mare, i residenti scrivono al sindaco: "E' uno scempio. Situazione ingiusta"

Nel messaggio, pubblicato sul gruppo Facebook Vivere-La Voce di San Girolamo - Fesca- Marconi, viene illustrata la desolante situazione della spiaggia, attraverso un disarmante paragone con quella di Pane e Pomodoro, particolarmente gettonata in questi giorni di ponte del 25 aprile da tanti turisti e baresi

"Avevamo un mare cristallino e ora abbiamo quasi una palude e spiagge inesistenti, perché mangiate dal mare": è un passaggio di una lettera di un cittadino del quartiere San Girolamo di Bari rivolta al sindaco Antonio Decaro, per esprimere la propria insoddisfazione sullo stato del lungomare del quartiere, riqualificato negli ultimi anni non senza criticità e problemi che si presentano con regolarità.

Nel messaggio, pubblicato sul gruppo Facebook Vivere-La Voce di San Girolamo - Fesca- Marconi, viene illustrata la desolante situazione della spiaggia, attraverso un disarmante paragone con quella di Pane e Pomodoro, particolarmente gettonata in questi giorni di ponte del 25 aprile da tanti turisti e baresi.

"Non è giusto" affermano i residenti: "Sappiamo tutti  - scrivono - che non dipende da lei il fallimento" del progetto del waterfront di San Girolamo - e soprattutto delle spiagge e dei lavori a mare, ma ci piacerebbe sentirla pubblicamente su questo tema, venga a trovarci e si confronti con noi e cerchiamo di trovare una soluzione a questo scempio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La spiaggia di San Girolamo 'mangiata' dal mare, i residenti scrivono al sindaco: "E' uno scempio. Situazione ingiusta"

BariToday è in caricamento