rotate-mobile
Attualità

Dall'arrivo della piccola Lavinia al 110 e lode: Yvonne si laurea da remoto in ospedale a poche ore dal parto

La storia della giovane Yvonne Monaco dalla Mater Dei di Bari: il parto inaspettato alla vigilia della discussione della tesi, poi avvenuta direttamente dalla clinica. Un doppio evento da festeggiare (a 24 ore dal suo compleanno)

Dalla nascita della piccola Lavinia al 110 e lode, con tanto di tesi di laurea discussa da remoto direttamente in ospedale. Tante emozioni e due eventi importanti concentrati in poche ore. 

Arriva dalla clinica Mater Dei di Bari la storia della giovane Yvonne Monaco, di Castellana Grotte, 28 anni appena compiuti lo scorso 22 novembre.  Per lei neanche il tempo di archiviare i festeggiamenti del compleanno che, a distanza di 24 ore, la sua piccola Lavinia decide di venire al mondo proprio alla vigilia della data stabilita per completare il suo percorso accademico.

La mattina del 23 novembre Yvonne entra in travaglio e a distanza di poche ore, insieme al suo compagno Francesco, raggiunge la Clinica Mater Dei di Bari dove ha scelto di partorire.

Tra le emozioni per l'arrivo della sua piccola e l’ansia dell’attesa, per Yvonne c'è anche un pizzico di rammarico nel dover rimandare lo step finale del suo corso magistrale in “Metodologia dell’intervento psicologico”, conseguito presso l’università del Salento. Così comunica alla prof.ssa Flavia Lecciso, sua docente relatrice, che, causa di forza maggiore, le sarebbe stato impossibile recarsi a Lecce il giorno successivo.

Ma da quel momento in poi la strada è tutta in discesa, e riserva a Yvonne un 'finale' che probabilmente non avrebbe immaginato. La piccola Lavinia pare fare di tutto per aiutare la sua mamma e, con l'aiuto dello staff medico e paramedico del reparto di Ostetricia e Ginecologia, diretto dal dott. Giuseppe Caringella, in poche ore, precisamente alle 23,43 del 23 novembre, viene al mondo con parto naturale con i suoi 3 chili e 700 gr di morbidezza. Un’esperienza che, anche grazie al sostegno dell’ostetrica Monica Cassano e del ginecologo dott. Pietro Console, la stessa Yvonne ha definito magica, conferendole un’energia tale da tentare l’impossibile.

A poche ore dalla nascita, infatti, la giovane mamma chiede la possibilità, ottenendola, di sostenere la tesi da remoto e scatta una gara di solidarietà tra Bari e Lecce. La caposala della Mater Dei di Bari, Raffaella Ricci, predispone la stanza di Yvonne con quanto necessario per il collegamento e dall’altra parte del monitor la commissione dell’Università del Salento, guidata dal professor Omar Gelo, è pronta per ascoltare la tesi di laurea di Yvonne Monaco.

Al termine della discussione, con la piccola Lavinia ancora in braccio, il verdetto finale è il seguente: «Esaminato il curriculum di studi, ascoltata la relazione e considerato l’esito della discussione, la Commissione la proclama ‘dottoressa in metodologia dell’intervento psicologico’ con voti 110 e lode e menzione speciale».

Un evento nell’evento, nell’arco di tre giorni, cambiamenti decisamente importanti, trasformano Yvonne in una giovane mamma laureata. Un nuovo motivo per rientrare a casa e tornare a festeggiare questa volta in tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'arrivo della piccola Lavinia al 110 e lode: Yvonne si laurea da remoto in ospedale a poche ore dal parto

BariToday è in caricamento