Martedì, 23 Luglio 2024
Attualità

Turni massacranti negli ospedali pugliesi: il 60% dei medici si dichiara "Depresso e stressato"

I dati sono stati raccolti in uno studio condotto dalla Federazione dei medici internisti ospedalieri e presentato questa mattina a Milano al 28esimo congresso nazionale. Il 21% dei dottori pugliesi sta pensando di licenziarsi

Il 60% dei medici pugliesi che lavora nei reparti ospedalieri di Medicina interna è depresso e stressato, il 21% sta pensando di licenziarsi. I dati sono emersi nello studio condotto da Fadoi, la Federazione dei medici internisti ospedalieri, presentato questa mattina a Milano al 28esimo congresso nazionale. 

Secondo la ricerca, riporta l'Ansa, i medici pugliesi sarebbero alle prese con la 'Sindrome da burnout', un insieme di sintomi determinati da uno stato di stress permanente con il quale devono vivere il proprio lavoro il 60% dei medici pugliesi internisti.

I numeri presentati oggi registrano, le difficoltà affrontate dai medici che lavorano nelle Medicine interne in Puglia: il 25% riferisce di sentirsi emotivamente sfinito, il 36% di essere sfinito al termine di ogni giornata lavorativa e il 18% di essere frustato dal proprio lavoro. Il 32% ritiene di lavorare troppo duramente. Poco più del 50% ritiene di affrontare efficacemente i problemi dei propri pazienti, il 56% si sente rallegrato dopo aver lavorato con i pazienti, il 59% pensa di influenzare positivamente la vita di altre persone attraverso il proprio lavoro. Il 63% ritiene di aver realizzato cose di valore con il proprio lavoro. Per il 53%, infine, il Covid ha inciso negativamente sulla vita della metà dei medici e degli infermieri pugliesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turni massacranti negli ospedali pugliesi: il 60% dei medici si dichiara "Depresso e stressato"
BariToday è in caricamento