menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I mercati settimanali di Bari si preparano alla riapertura: possibile via libera da lunedì con mascherine e ingressi ridotti

In queste ore Anci Puglia, Confcommercio, Confesercenti e Cna hanno condiviso un documento per le riaperture che sarà vagliato dal governatore pugliese Michele Emiliano. Palone: "Operatori fermi da due mesi"

Si avvicina anche a Bari la riapertura dei mercati settimanali, dopo lo stop di oltre 2 mesi per l'emergenza coronavirus. Da lunedì infatti, con il riavvio dei negozi, secondo passo della fase 2 di convivenza col virus, potrebbe esserci il via libera alle bancarelle nei quartieri della città, decisione attesa soprattutto dagli operatori che vivono settimane di grande difficoltà. In queste ore Anci Puglia, Confcommercio, Confesercenti e Cna hanno condiviso un documento per le riaperture che sarà vagliato dal governatore pugliese Michele Emiliano: a breve (o al più tardi entro venerdì) la Regione potrebbe emettere un'ordinanza con le linee guida da seguire. Il protocollo dovrebbe avere una validità temporanea, fino al termine dello stato di emergenza attivato dal Consiglio dei Ministri con scadenza al 31 luglio, salvo prolungamenti o altre misure regionali di contenimento

Il documento prevede disposizioni già adottate per i mercati rionali, in parte sul modello adottato per via Pitagora a Bari: distanza dai banchi, delimitazione dei posteggi, controllo del flusso e contingentamento dei clienti, dotazione dpi dei banchi, sanificazione spazi e servizi igienici. In queste ore si sta cercando di adattare le norme allo spirito e all'operatività dei mercati rionali. Stamane l'assessore cittadino al Commercio, Carla Palone, ha effettuato con i tecnici un sopralluogo in alcune zone della città, tra cui Palese e Santo Spirito, per verificare la fattibilità delle nuove disposizioni:" Non dobbiamo snaturare - spiega a BariToday - l'idea stessa del mercato in quelle zone. Ci si dovrà però adattare, evitando assembramenti e allargando gli spazi perchè bisognerà distanziare di più le bancarelle. Sarà un po' come entrare in un negozio. Gli operatori dovranno indossare mascherine e guanti. Prevediamo anche ingressi contingentati e distribuzione di guanti o sanificatori all'ingresso. Al momento - aggiunge Palone - attendiamo ulteriori dettagli per definire meglio l'operatività. Vogliamo comunque partire il prima possibile anche perché gli operatori sono ormai fermi da due mesi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento