menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omaggio a Magellano, murales coi ragazzi del rione e vernici antiCo2: il mercato di San Girolamo invaso dalla street art

“L’idea- spiega Fabrizio Milone, di Retake Bari – è quella di trasformare un grigio mercato, in un museo d'arte aperto a tutti. E farlo attraverso un vero e proprio festival lungo alcuni mesi che possa coinvolgere i giovani a rischio"

Prima un ritratto dedicato a Magellano a 500 anni dalla sua morte. Poi uno, sempre in onore della ricorrenza, che raffigura il vicentino Antonio Pigafetta che ne narrò le gesta, realizzato con vernici che assorbono Co2 “quasi come gli alberi”. I muri perimetrali del mercato del rione San Girolamo da color cemento diventeranno enormi tele sulle quali far esprimere la creatività e la fantasia di street artist e ragazzi seguiti dalle associazioni Vivere la Voce di San Girolamo Fesca, Associazione culturale IX maggio e Chiccolino. Perché oltre ai due murales già in fase di realizzazione ispirati alle gesta del grande esploratore portoghese che tentò di circumnavigare la terra e all’uomo che grazie ai suoi appunti ha fatto pervenire a noi le sue imprese, l’associazione Retake Bari, protagonista del rilancio del mercato rionale, attende l’esito di un sui progetto candidato a un concorso nazionale del Mibact.

“L’idea - spiega Fabrizio Milone, uno dei promotori di Retake – è quella di trasformare un grigio mercato, sottoutilizzato, in un museo di street art aperto a tutti. E farlo attraverso un vero e proprio festival lungo alcuni mesi che possa coinvolgere ragazzi fragili e a rischio devianza con le associazioni che li seguono, pronti a farsi guidare da artisti di livello in grado di ravvivare i freddi muri del mercato. Sarà anche un esperimento per vedere se l’arte potrà portare giovamento non solo visivo e in termini di riqualificazione urbana della struttura, ma anche vero e proprio ritorno economico. Immaginiamo – aggiunge – le persone che si recheranno appositamente al mercato per vedere l’opera d’arte poi entrarci per fare spesa”.

Un progetto che andrà avanti anche se non dovesse essere selezionato dal ministero per il finanziamento. Del resto l’intenzione di Retake di spingere per la riqualificazione urbana attraverso l’arte del mercato era iniziata già con la Ciclatera, il trenino che passava lungo la costa nord di Bari e che ha smesso di sbuffare nel 1959, realizzata sugli stessi muri grazie alla mano dell’artista Giuseppe D’Asta. Intanto, le opere dedicate a Magellano, dello stesso artista, saranno inaugurate il 27 aprile, giorno in cui ricorrono i 500 anni della morte, unendo Bari a Vicenza e passando dalla Spagna e il Portogallo. “Anche se non dovessimo vincere il concorso del Mibact – spiega ancora Milone – proveremo comunque a portare avanti e realizzare il nostro progetto, sicuri che possa essere di giovamento per i giovani, e non solo, del quartiere”.

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento