C'è un po' di Puglia nella fiction Rai dedicata a Nilde Iotti: Michele Cuonzo nei panni del vice presidente della Camera

L'attore originario di Palo del Colle è comparso ieri sera nella docufiction 'Storia di Nilde', che racconta la vita della prima presidente donna della Camera

C'è anche un pezzo di Puglia in 'Storia di Nilde', la docufiction che racconta la vita di Nilde Iotti, prima presidente donna della Camera dei Deputati. A interpretare il personaggio del vicepresidente della Camera è stato l'attore e regista Michele Cuonzo, origianario di Palo del Colle.

La fiction

Un nome che si aggiunge all'illustre cast della fiction andata in onda a 20 anni dalla sua morte - avvenuta il 4 dicembre 1999 - e a 40 anni dalla sua nomina allo scranno più alto di Montecitorio. A vestire i panni di Nilde Iotti è infatti Anna Foglietta, mentre Francesco Colella interpreta il ruolo di Palmiro Togliatti e Vincenzo Amato quello di Berlinguer Tra le testimonianze illustri che si intervallano alla narrazione troviamo: Giorgio Napolitano, Marisa Malagoli Togliatti, il portavoce di Nilde Iotti Giorgio Frasca Polara, la sua biografa Luisa Lama, la Presidente della Fondazione Iotti Livia Turco, l’ex Presidente del Consiglio Giuliano Amato, l’ex direttore de l’Unità e parlamentare PCI Emanuele Macaluso, il direttore di Radio Radicale Alessio Falconio, i giornalisti Filippo Ceccarelli e Marcello Sorgi, lo storico Giuseppe Vacca e il regista e amico di famiglia Giorgio Ferrara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La carriera di Michele Cuonzo

Attore, regista e autore di spettacoli e reading teatrali, Michele Cuonzo ha una lunga formazione artistica alle spalle acquisita attraverso numerosi corsi e laboratori di recitazione e narrazione scenica. Nel 1999 appare nel film "Tutto l'amore che c'è" di Sergio Rubini, come figurante, nel ruolo di signore a teatro. Si dedica da anni al melodramma interpretando opere del calibro della “Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni (regia Michele Mirabella), “Tosca” di G. Puccini (regia Joseph Franconi Lee), “Aida” di G. Verdi (regia Joseph Franconi Lee), “L’elisir d’amore” di G. Donizetti (regia Michele Mirabella), “Pagliacci” di R. Leoncavallo (regia di Marco Bellocchio), andate in scena presso il Teatro Petruzzelli di Bari. Collabora con varie compagnie teatrali pugliesi fra cui “Teatro delle Molliche” e “Metamorphosis” recitando in spettacoli ispirati a classici della letteratura italiana e latina adatti ad un pubblico di adulti, ragazzi e bambini. Per questi ultimi cura anche laboratori teatrali finalizzati ad avvicinare i più giovani al mondo del teatro. All’attività sul palcoscenico, affianca, talvolta, quella cinematografica. Fra le ultime partecipazioni quella all’interno del cortometraggio “Il Mondiale In Piazza” con Giulio Beranek per regia di Vito Palmieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Moto si schianta in Tangenziale, donna incinta tra i feriti: trasportata in codice rosso, è grave

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Cos'è il ''Bonus tiroide'' e come richiederlo

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento