Attualità

Emiliano su Covid e green pass: "Sbagliati i tamponi gratuiti perchè disincentivano la vaccinazione"

Il governatore: "L'obbligo è l'estrema ratio. Questo perché il corpo è sacro. Viene costruito un sistema che spinge alla vaccinazione ed è una motivazione soft che io condivido!

"C'è chi dice: va bene, avete fatto il Green pass, ma ora fate i tamponi gratuiti. Così quelli che non si vogliono vaccinare possono evitare di vaccinarsi e fanno i tamponi gratuiti": ad affermarlo è il governatore pugliese, Michele Emiliano, intervenuto a Taranto per il Medimex.

"Ci siamo permessi  - ha aggiunto - di dire nell'incontro con il ministro Brunetta che questa era una scelta sbagliata. Devo dire che con il Green pass il governo ha fatto una cosa straordinaria e quindi il presidente del Consiglio Draghi ha tutto il mio elogio insieme al ministro Brunetta".

"Ci sono i sindacati - ha puntualizzato il governatore - che dicono addirittura: facciamo il vaccino obbligatorio. L'obbligatorietà di un vaccino non è una barzelletta perché il corpo è sacro e ogni trattamento sanitario obbligatorio ha il suo impatto, ha le sue conseguenze giuridiche. Sappiate però che i nostri bambini, neonati o quasi, hanno obbligo vaccinale e senza rispettare l'obbligo vaccinale non vanno né all'asilo nido né alle scuole per l'infanzia".

Però "l'obbligo - ha detto ancora Emiliano - è l'estrema ratio. Questo perché il corpo è sacro. Viene costruito un sistema che spinge alla vaccinazione ed è una motivazione soft che io condivido. Escludo che persone con intelletto non abbiano capito che il vaccino sia centrale in questa vicenda, è pura malafede". Il governatore Emiliano ha infine ricordato che la Puglia è la regione che "ha vaccinato nella fascia di pericolosità il più alto numero di persone, come ha iniziato a vaccinare i ragazzi dai 12 ai 19 anni ha fatto crollare del 50% i contagi in quella fascia"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano su Covid e green pass: "Sbagliati i tamponi gratuiti perchè disincentivano la vaccinazione"

BariToday è in caricamento