rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Da Malta polemiche sul film di Zalone: "Migranti maltrattati sul set". La replica dei produttori: "Una montatura"

In un lungo articolo online, il giornale Times of Malta riferisce di "trattamenti disgustosi" nei confronti di alcune comparse. Valsecchi respinge le accuse e parla di "montatura creata da una persona allontanata dal set"

Da una parte le accuse, raccolte e riportate dall'edizione online di un giornale, Times of Malta, dall'altra la replica del produttore che bolla tutto come una "montatura". Al centro delle polemiche le riprese del nuovo film di Checco Zalone, 'Tolo Tolo', in corso a Malta.

In un articolo pubblicato online, il quotidiano maltese in lingua inglese parla di "diversi membri della troupe" del film che si sarebbero dimessi per protesta dopo aver assistito a "trattamenti disgustosi" che sarebbero stati riservati a circa 70 migranti, tra cui 4 bambini, ingaggiati dalla produzione come comparse. In particolare, un gruppo, scrive il giornale, sarebbe stato lasciato "per sei ore al sole" e senza acqua a bordo di barconi in maxi vasche marine,  "senza pause per la toilette" e "senza possibilità di adeguato riparo dal sole". Ma nell'articolo si parla anche di insulti che sarebbero stati rivolti alle comparse da "un alto funzionario della produzione".

Alle accuse lanciate dal quotidiano, replica Pietro Valsecchi, produttore del film insieme alla TaoDue: "Ho letto l'articolo: si capisce chiaramente che è una montatura creata da una persona che è stata allontanata dal set. Le persone che lavorano con noi vengono trattate tutte allo stesso modo". Accuse respinte anche dalla società di produzione maltese incaricata di fare da 'service' per le scene di mare di 'Tolo Tolo', ma secondo quanto appreso dall'Ansa da fonti governative "la denuncia viene presa molto seriamente al più alto livello".
                                                                                         

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Malta polemiche sul film di Zalone: "Migranti maltrattati sul set". La replica dei produttori: "Una montatura"

BariToday è in caricamento