menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre vittime del Coronavirus a Mola, l'appello del sindaco: "Spero la zona rossa bloccherà i comportamenti dei menefreghisti"

Giuseppe Colonna è intervenuto sui social dopo la notizia dei suoi tre concittadini deceduti nelle ultime ore per patologie legate al virus. Sono 92 gli attualmente positivi in città

Tre vittime del Coronavirus nelle scorse ore a Mola. A darne notizia è il sindaco del comune barese, che in un post sui social ha lanciato un appello ai suoi concittadini affinché siano rispettate le norme in un momento così delicato. "Ancora lutti. Ancora dolore. Devo purtroppo comunicarvi che nelle scorse ore sono deceduti, vittime del coronavirus, tre nostri concittadini - scrive - Non posso mascherare questa volta il mio stato d'animo profondamente addolorato e fortemente segnato dall'ennesima perdita di vite umane a causa del virus. Alle loro famiglie rivolgo il più sentito cordoglio e tutta la nostra vicinanza per la grave perdita subita, con un particolare pensiero a Lea, mia preziosa collaboratrice e amministratrice del nostro comune".

La situazione in città

Il primo cittadino fornisce poi informazioni riguardo i casi in città. Al momento secondo il bollettino ufficiale pervenuto dalla Prefettura di Bari (che fa riferimento alla data del 13 marzo), sono 92 i nostri cittadini molesi positivi al Coronavirus e 101 è il numero complessivo di persone attualmente in isolamento/quarantena, di cui 79 sono in attesa di effettuare il tampone molecolare e molti dei quali presentano sintomi e sono risultati positivi al tampone antigenico.

"Mi auguro che questa zona rossa possa aiutare noi sindaci a bloccare il tempo dei comportamenti sconsiderati e menefreghisti di tutti coloro che hanno pensato di essere liberi di comportarsi come se il virus non esistesse - prosegue Colonna - Siamo tutti stanchi, io per primo di questa situazione, e permettetevi di porvi due semplici domande. Mi rivolgo ai ragazzi, agli adulti, a tutti voi: che cosa non è chiaro? Che cosa c'è ancora da capire, a distanza di un anno? Se il cambiamento non parte da noi, dai nostri comportamenti nei luoghi pubblici e privati, nulla potrà mai davvero risolversi". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento