rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

Multe notificate oltre i 90 giorni e 'avvisi di cortesia' inviati ai cittadini, la Polizia Locale: "Possibili errori, al via puntuali verifiche"

Il Comandante della Polizia Locale, Michele Palumbo, è stato audito in Commissione Bilancio a Palazzo di Città. Picaro (Fratelli d'Italia): "Evitare che la problematica si ripresenti in futuro"

Errori materiali o attribuibili al software, "sempre possibili in quanto il sistema informatico gestisce in modo automatico centinaia di migliaia di casi": è quanto spiegato, dal Comandante della Polizia Locale di Bari, Michele Palumbo, dinanzi alla Commissione comunale Bilancio, dove questa mattina si è svolta un'audizione sull  problematica relativa al pagamento delle sanzioni per le violazioni al Codice della strada riferite all’anno 2018 segnalata nei giorni scorsi da numerosi cittadini e da Fratelli d'Italia, riguardante la correttezza di alcuni “avvisi di cortesia” che chiedono il versamento di sanzioni notificate oltre i 90 giorni previsti dalla legge.

Il Comandante ha voluto rassicurare i cittadini, destinatari delle comunicazioni di cortesia già trasmesse, che gli uffici della Polizia locale procederanno alla puntuale verifica interna di ciascuna delle contestazioni delle sanzioni notificate e non pagate, prima della trasmissione all’Agenzia delle entrate. Saranno riscontrati, inoltre,  i casi di discrasia tra la data della contestazione e quella di notifica e, dove venga rilevata una trasmissione oltre i regolari tempi di notifica, la sanzione verrà annullata d’ufficio, senza che il cittadino debba attivare una procedura di ricorso.

Successivamente alla trasmissione delle sanzioni non pagate all’Agenzia dell’entrate, per il cittadino che dovesse ricevere una cartella esattoriale relativa ad una sanzione notificata oltre i tempi di regolare notifica, o comunque già pagata, sarà possibile, ha spiegato Palumbo, rivolgersi direttamente agli uffici della Polizia locale i quali, verificata la sussistenza della discrasia segnalata, procederanno direttamente all’annullamento della sanzione, attivando il discarico amministrativo proprio di queste evenienze. Anche in questo caso il cittadino non dovrà farsi carico dell’incombenza di un ricorso.

Il presidente della Commissione, Nicola Loprieno, ha sottolineato “come la Commissione abbia unanimemente apprezzato l’indirizzo operativo di assoluta trasparenza e semplificazione amministrativa, a vantaggio dei cittadini, adottato con tempestività nella gestione di una problematica complessa.” Loprieno ha evidenziato, inoltre, che nel Comando della Polizia Locale sia attivo un servizio di front office, sia in presenza che attraverso linea telefonica e collegamento e-mail, a cui è possibile rivolgersi per chiedere ogni necessaria collaborazione riguardo la questione (https://www.poliziamunicipalebari.it/).

Il consigliere d'opposizione Michele Picaro (Fdi), il quale aveva sollevato la questione nelle scorse settimane, ha ringraziato il presidente Loprieno e la commissione "per aver approfondito la problematica unitamente al comandante Palumbo che ha mostrato piena disponibilità nel superare le criticità segnatale in materia di notifica delle sanzioni per le violazioni al Codice della strada". Il consigliere auspica che per il futuro "si possa definire una modalità operativa che consenta di prevenire definitivamente il verificarsi delle discrasie emerse, evitando così sia disservizi a carico dei cittadini che un dispendioso aggravio di attività per gli stessi uffici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe notificate oltre i 90 giorni e 'avvisi di cortesia' inviati ai cittadini, la Polizia Locale: "Possibili errori, al via puntuali verifiche"

BariToday è in caricamento