Attualità Murat / Via Vito Fornari

Dall'incuria all'arte: il muro della Mazzini si colora di bellezza grazie ai volontari

L'iniziativa organizzata da Retake Bari in collaborazione con l'associazione LeZzanzare. Giuseppe D'Asta sta creando un murales dopo l'operazione di rimozione delle scritte all'esterno della scuola nel Murattiano

Dalla rimozione dei disegni e delle scritte oscene sono passati sei mesi, ora il muro esterno della scuola 'Mazzini - Modugno' nel Murattiano si prepara a rinascere con un'esplosione di colore. E lo fa sempre grazie al lavoro delle associazioni sul territorio, che da ieri si sono riunite in via Fornari accompagnate dall'artista Giuseppe D'Asta. Con lui i volontari di Retake Bari e dell'associazione LeZzanzare, per regalare agli studenti un paesaggio più divertente nel quotidiano ingresso a scuola.

53362535_2107073762718067_6971930212988616704_n-2

I lavori sono ancora in corso, ma sul muro già si intravedono i contorni di un polpo, una nave e una sirena colorati di azzurro, ma soprattutto lo skyline del capoluogo pugliese, con l'inconfondibile rosone della Basilica di San Nicola. Per vedere l'opera completata ci vorrà ancora qualche giorno, ma intanto i volontari già gioscono del risultato ottenuto: "Dopo quasi un anno, dopo lotte, flash-mob, delusioni e momenti di gioia infinita - spiegano da Retake - sta prendendo forma il nostro progetto. Un’arma contro il degrado , una risposta al vandalismo, la rivincita di un quartiere e della nostra comunità. Questo murales è questo ma tanto altro ancora". E promettono che quello del murales è solo la prima delle iniziative che vedrà associazioni, cittadini e aziende fare squadra per eliminare il degrado in favore del bello.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'incuria all'arte: il muro della Mazzini si colora di bellezza grazie ai volontari

BariToday è in caricamento