Bari festeggia il 'suo' Niccolò Piccinni: una giornata di eventi e appuntamenti per celebrare il grande compositore

L'iniziativa, in programma il 16 gennaio, si svolgerà in tre luoghi simbolo del compositore barese: la statua di corso Vittorio Emanuele, il Museo Civico e Casa Piccinni in piazza Mercantile

Un ricco cartellone di appuntamenti per celebrare l'anniversario di nascita di Niccolò Piccinni: Bari festeggia il suo compositore simbolo, nato nel 1728, sivenuto celebre a Parigi, alla corte della regina di Francia Maria Antonietta. L'iniziativa, che ha l'obiettivo di diventare fissa nel calendario cittadino, è stata presentata stamane a Palazzo di Città. 

L'appuntamento, proposto dalla consigliera comunale delegata alle politiche di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e architettonico Micaela Paparella è stato realizzato da Fai - Delegazione di Bari in collaborazione con il Museo Civico di Bari e il Conservatorio di Musica Piccinni di Bari. Inoltre hanno aderito all’iniziativa l’Accademia di Belle Arti di Bari, il Granteatrino Casa di Pulcinella, il Liceo Artistico De Nittis - Pascali e di altri operatori culturali come le associazioni Mondo della Luna e I Luoghi della Musica, Florestano Edizioni e Adda Editore e la Galleria Misia Arte.

Gli eventi si svolgeranno in tre luoghi simbolo del compositore barese, la statua di corso Vittorio Emanuele, il Museo Civico e Casa Piccinni in piazza Mercantile. Giovedì alle 17 la statua sarà illuminata in modo scenico e vi sarannovisite guidate condotte dagli studenti del Liceo Artistico De Nittis - Pascali a Casa Piccinni e al Museo Civico. Al primo piano del museo sarà allestita un’esposizione dedicata al compositore in cui si potrà ammirare l’originale Salterio del 1700, il ritratto di Piccinni della collezione Tanzi, l’abito settecentesco della Regina Maria Antonietta di Francia realizzato dall’Accademia di Belle Arti di Bari e una videoproiezione a cura del fotografo Nicola Amato.

Dalle ore 18 si susseguiranno, sempre nel museo, approfondimenti storico-culturali sulla vita di Piccinni e sulla musica barocca del ‘700 a cura del professor Nicola Scardicchio e della maestra d’orchestra Grazia Bonasia, un’esecuzione musicale della giovanissima Maria Serena Salvemini, solista di violino del Conservatorio Piccinni, e lo spettacolo di burattini di Paolo Comentale del Granteatrino Casa di Pulcinella. Il compleanno si concluderà a Casa Piccinni con il brindisi di Angelo Pascual De Marzo,dell'associazione I Luoghi della Musica, in abito picciniano. Per l’occasione si potrà visitare la casa, alestita per l'occasione:; Ad accompagnare il tutto, le musiche picciniane tratte dall’album “Sakros” Tutti gli eventi saranno ad ingresso gratuito.

“Si tratta di un evento molto importante per la città - ha dichiarato il sindaco Antonio Decaro - perché credo sia l’occasione non solo per consentire a tutti di conoscere le straordinarie opere di Niccolò Piccinni ma anche un modo per riannodare i fili della storia e della memoria. Lo abbiamo fatto in questi anni riscoprendo, ad esempio, il ruolo assunto dalla città di Bari durante il periodo della Resistenza grazie al fitto lavoro di numerose associazioni e intendiamo farlo con Niccolò Piccinni, uno straordinario autore conosciuto in tutto il mondo. Per noi è doveroso riconoscergli il giusto valore e la nostra gratitudine. Voglio ringraziare in particolare i ragazzi del liceo artistico De Nittis - Pascali che si occuperanno delle visite guidate nella Casa Piccinni. Sono felice - ha aggiunto - che siano loro a farlo perché sono i giovani gli eredi della nostra tradizione culturale e della nostra conoscenza e lo dovranno tramandare questo patrimonio alle future generazioni, mantenendo viva la memoria di una personalità illustre come Piccinni. E poi ringrazio le tante realtà coinvolte che dimostrano il grande interesse e il fermento culturale che stiamo vivendo in questo momento. Ovviamente questo sarà un po’ il numero zero del Compleanno di Niccolò Piccinni ma l’amministrazione comunale, a partire da oggi, farà tutto il possibile per fare in modo che queste celebrazioni diventino un appuntamento fisso nella programmazione culturale della nostra città. Quella del 16 gennaio sarà la prima di molte tappe lungo il percorso della valorizzazione di questo grande artista” jha annunciato il sindaco.

"Chissà cosa avrebbe detto di questa festa Niccolò Piccinni - ha affermato l'assessore cittadino alle Culture, Ines Pierucci - , che giovedì prossimo avrebbe compiuto 292 anni. Il 16 gennaio Casa Piccinni, allestita a festa, sarà aperta alle visite e risuonerà delle note della sua musica. Parliamo di un luogo di grande rilevanza per la nostra storia che nei prossimi mesi sarà oggetto di un bando di valorizzazione con un affidamento in gestione che possa qualificarla e renderla meta di cittadini e turisti. Riscoprire le figure del passato è una delle attività qualificanti di questa amministrazione e la riapertura, a dicembre, del teatro comunale ha segnato idealmente l’avvio di una rinnovata attenzione alla storia e alla musica di questo grande maestro" ha concluso Pierucci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Emiliano chiude tutte le scuole in Puglia: da venerdì 30 ottobre stop alla didattica in presenza

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Positivo al Covid, ma era al lavoro nel negozio della moglie: attività chiusa, 56enne denunciato

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento