Attualità

Scattano i nuovi parametri per i colori delle Regioni: più peso a ricoveri e terapie intensive Covid

Per restare in zona bianca bisognerà dunque avere un'incidenza settimanale di 50 casi per 100mila abitanti ma anche, in caso di superamento del limite un riempimento delle rianimazioni inferiore al 10% e dei reparti ordinari Covid del 15%

Fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri - creazione Datawrapper-FoggiaToday

Il nuovo decreto licenziato ieri dal Consiglio dei Ministri per fronteggiare l'emergenza Covid ha portato al cambio di accesso alle zone che determinano le restrizioni, in base alla necessità di fermare i contagi. E' stato approntato un nuovo sistema che tiene conto non solo della quantità di casi e dell'incidenza ma, soprattutto, dell'incidenza negli ospedali. L'obiettivo era quello di evitare che vi fossero passaggi in zona gialla già da questa settimana per alcune regioni dove, la ripresa dei contagi causati dalla variante delta, ha provocato un aumento della presenza del virus.

Per restare in zona bianca bisognerà dunque avere un'incidenza settimanale di 50 casi per 100mila abitanti ma anche, in caso di superamento del limite un riempimento delle terapie intensive inferiore al 10% e dei reparti ordinari Covid del 15%, altrimenti si transiterà in zona gialla. Retrocessione in zona arancione, invece, se si avrà un'incidenza superiore a 150 casi ogni centomila abitanti per settimana assieme aterapie intensive occupate per oltre il 20% e reparti ordinari per oltre il 30%. La zona rossa, invece, scatterà con un'incidenza oltre i 250, terapie intensive riempite dal 30% in poi e reparti normali con almeno il 40% di saturazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scattano i nuovi parametri per i colori delle Regioni: più peso a ricoveri e terapie intensive Covid

BariToday è in caricamento