rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità

Nuovi alberi e riqualificazione di giardini, ok a sei interventi per il verde urbano: "Al via da settembre"

Dal quartiere Japigia al San Paolo a via Amendola, un piano di "azioni sperimentali" volte a "contrastare il cosiddetto effetto isola di calore e incrementare la mobilità sostenibile": i progetti approvati dal Comune

Dal quartiere Japigia al San Paolo, da San Pasquale a Palese: sei interventi per potenziare la presenza di verde in città. La giunta comunale ha approvato oggi un piano di azioni sperimentali per il verde urbano (greening e forestazione) "nell’ambito - spiega Palazzo di Città in una nota - della programmazione di interventi per il contenimento dei cambiamenti climatici e dell’effetto isola di calore".

Le sei azioni, il cui avvio è previsto già dal mese di settembre, hanno la comune finalità "di migliorare l’accessibilità, la mobilità interna e l’offerta di servizi dei singoli quartieri con una spiccata propensione alla sostenibilità ambientale. Gli interventi previsti tenderanno a creare connessioni tra spazi e nodi importanti della città quali piazze, parchi, nodi specializzati, scuole, mercati, biblioteche e più in generale luoghi di aggregazione in modo da incentivare nei percorsi quotidiani la mobilità sostenibile e innalzare la qualità̀ degli spazi e della vita dei cittadini". Il piano nel suo complesso si pone come obiettivo la realizzazione di nuove aree verdi e nuovi assi pedonali e ciclopedonali ecologici per contrastare il cosiddetto effetto isola di calore e incrementare la mobilità sostenibile. In particolare, oggi la Giunta, con delibera proposta dall’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso, ha approvato i primi sei progetti che saranno cantierizzati già dal prossimo mese.

Il primo intervento riguarda la realizzazione dell'area di parcheggio green 'Santa Chiara' in via Peucezia, finanziato per un importo complessivo del quadro economico di 925mila euro.  Si tratta della riqualificazione di un’area incolta già attualmente utilizzata a parcheggio, che verrà sistemata con finiture simili a quelle utilizzate per il park&ride di largo 2 giugno, con pavimentazione in masselli autobloccanti, nuove alberature e arbusti che prenderanno il posto dell’attuale piazzale in stabilizzato di difficile fruizione specie a seguito di intense piogge con formazione di ristagni. La nuova area verde attrezzata per la sosta sarà anche illuminata e videosorvegliata in modo da renderla più confortevole e sicura. 

La seconda azione è relativa all'area verde di Parco Amendola (con fondi per 980mila euro) e prevede una riqualificazione della viabilità contigua al parco, nella zona dell’ex mercato coperto, che verrà interessata sia da piantumazioni di nuovi alberi e arbusti sia da una significativa riorganizzazione viaria con istituzione di un senso unico  di circolazione utile sia ad organizzare meglio i posti auto presenti in zona sia per indurre ad una maggiore frequentazione di aree spesso interessate da fenomeni di degrado correlati con la scarsa frequentazione dei luoghi. L’intervento riguarderà anche  la vicina via Capurso e l’area verde presente in corrispondenza dell’intersezione di quest’ultima con via Amendola, in cui con diverso finanziamento andremo a realizzare una piccola area ludica.

Risorse per 130mila euro saranno impiegate invece per una nuova aree verde in via Minervino. Qui, secondo il piano del Comune, si intende attuare un intervento che apporti un ulteriore elemento alla riqualificazione degli spazi dedicati alle attività sportive mettendo a disposizione del quartiere, e quindi dei residenti, una nuova area di socializzazione, che vede nello sport la principale leva di aggregazione sociale. L’aggiunta di verde e di elementi di arredo urbano fornisce ulteriori elementi per incentivare la frequentazione del luogo. L’obiettivo consiste nel coniugare salute e sport all'aria aperta, con l'inserimento di attrezzature sportive in un’area dove solo pochi anni addietro il Comune di Bari ha provveduto ad installare un’area sportiva polifunzionale per il basket e la pallavolo. Il progetto è, quindi, composto da: area attrezzata fitness munita di calestenico , ma anche di attrezzi inclusi per la ginnastica dolce; zona picnic attrezzata con tavolo inclusivo e barre parcheggia bici , posizionati all’ombra di un poderoso garrubo; campo polifunzionale con campo attrezzato per il gioco del minicalcio 3x3 e con area ping pong. L’intervento prevede, inoltre, un infoltimento degli alberi presenti, che vertono in buono stato, con l’intenzione di rimarcare il serbatoio ecologico e di biodiversità in un zona della città in cui risulta marcato il limite città campagna. Sarà installato anche un sistema di irrigazione , ora mancante, che potrà agevolare l’innesto di ulteriori elementi verdi , anche da parte di associazioni particolarmente attive in questa zona. Si intende piantumare esemplari di alberi e di cespugli, per incrementare l’impronta verde del luogo e cercare di aumentare le aree di ombra.

Altro intervento previsto è la riqualificazione del giardino di via Caldarola, per un importo complessivo di 75mila euro. Il progetto prevede la riqualificazione dell’area con l’inserimento di alcuni elementi che favoriscano una migliore frequentazione e utilizzo dell’area per un’utenza variegata in età, ma con sempre marcata propensione all’inclusività. L’intervento oggetto del presente progetto consiste nell’ incremento di alberi e piantumazioni, di arredo urbano ed attrezzature sportive organizzate in un’area fitness con tutte le dotazioni previste in una zona, del quartiere Japigia cosiddetta “bersaglio” riconvertendo la porzione centrale precedentemente destinata a pista di pattinaggio attualmente in stato di abbandono in area per lo sport e l’attività fisica a servizio degli abitanti del quartiere di Japigia, restituendo così a seguito delle sollecitazioni avvenute attraverso processi partecipativi luoghi utili per la comunità. 

Per quanto riguarda il Parco Giovanni Paolo è prevista un'azione di rifunzionalizzazione e incremento del verde per un importo complessivo del quadro economico di 108mila euro. E' stato ideato un intervento che sviluppasse un carattere ricreazionale attraverso l’impiego di attrezzi innovativi e fruibili per un’utenza variegata in età, ma con sempre marcata propensione all’inclusività. L’aggiunta di verde e di elementi di arredo urbano fornisce ulteriori elementi per incentivare la frequentazione del luogo. Sarà quindi prevista un’area attrezzata per il fitness con l’obiettivo di coniugare salute e sport. L’area attrezzata andrà ad accentuare l’aspetto ricreativo del parco dove sono già presenti una pista di pattinaggio ed un campo di minibasket. Gli interventi avranno tutti una marcata propensione all’inclusività. Il fine del progetto è quello di accrescere la presenza del verde nella città di Bari in specifiche aree, dove maggiormente possa accrescere il rapporto tra i cittadini ed i luoghi pubblici. Dove possa affermarsi il proseguimento della transizione ecologica attraverso una vita partecipativa dei cittadini spinti dalla possibilità di frequentazione di luoghi sempre più accoglienti.

Prevista, infine, la realizzazione di un nuovo giardino in Via Vincenzo Ricchioni (per un importo di 640mila euro). L’intervento riguarda l’ultima area incolta presente su questa strada fronteggiante la sede del Municipio 3 nel quartiere San Paolo, sulla quale saranno realizzati i medesimi interventi. La nuova area verde sarà illuminata e completata con arredi utili a favorirne la libera fruizione da parte di residenti e di coloro i quali troveranno gradevole trascorre momenti della giornata in aree verdi senza doversi allontanare dal proprio quartiere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi alberi e riqualificazione di giardini, ok a sei interventi per il verde urbano: "Al via da settembre"

BariToday è in caricamento