menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Sparano a Bari, immagine di repertorio

Via Sparano a Bari, immagine di repertorio

Nuovo record di casi Covid in Puglia, Emiliano e Lopalco lanciano l'allarme per Pasqua: "Ogni incontro potenziale catastrofe"

La preoccupazione dell'assessore alla Salute: "La circolazione del virus rimane alta, pressione sul sistema sanitario elevatissima". La raccomandazione per le festività: "Una visita di cortesia può essere preludio di una tragedia"

I casi Covid in Puglia non accennano a dimuinuire: oggi la regione registra un nuovo record, con 2369 positivi in un solo giorno. L'assessore alla Sanità, Pierluigi Lopalco, mette in guardia i pugliesi e invita alla massima prudenza per le festività pasquali.

“La circolazione del virus in Puglia rimane alta e i contagi comunicati toccano quota 2.369 - commenta Lopalco -  un dato mai registrato dall’inizio dell’emergenza. La pressione sul sistema sanitario è elevatissima. Ecco perché è importante rispettare le misure di sicurezza e prevenzione. Nonostante le norme limitino al minimo le possibilità di spostamento, è visibile a tutti che in giro c’è ancora troppa gente, in ogni luogo. Questo apre autostrade al virus, che vive di contatti. Le prossime festività pasquali - avverte Lopalco - saranno un altro tornante della pandemia".

Quindi la raccomandazione a evitare spostamenti e contatti: "Si dovrà evitare di muoversi da casa, per non peggiorare la situazione. Evitiamo di affollare i luoghi pubblici, facciamo la spesa in orari non di punta, proteggiamo le persone non ancora immunizzate e evitiamo di farci gli auguri di Pasqua di persona. Una visita di cortesia per scambiarsi gli auguri può essere il preludio di una tragedia. Il virus cammina su chi si incontra, si saluta o si abbraccia e si propaga ad altissima velocità”.

Emiliano: "Evitate di incontrare gente"

A poca distanza di tempo è arrivato anche l'appello del governatore Michele Emiliano: "Bisogna, durante queste feste, ridurre al massimo ogni occasione di incontro: le messe si possono seguire in tv, si possono fare per telefono tutti quegli adempimenti che è impossibile fare di persona - ha aggiunto - Evitatelo, per favore, perchè tanto nessuno è in grado di multarvi. Non pretendete dallo Stato ciò che voi stessi poi non siete in grado di fare da soli, facendo funzionare un po' il cervello".

"Noi in Puglia - ha aggiunto -  abbiamo oggi il record di contagi in assoluto, nonostante la zona rossa rafforzata, perche' c'è ancora una intensità di rapporti umani e peraltro questa variante inglese, che è il punto fondamentale, ha una durata nell'incubazione così breve che il tracciamento è saltato completamente, non serve più a niente, non riusciamo più a frenare, perchè nel tempo necessario a capire che c'è un innesco di un focolaio, il soggetto ha già contagiato una marea di altre persone. Vi prego di autogestirvi, di comprendere che anche solo andare a fare gli auguri a una persona cara può essere un atto che può determinare una catastrofe. Le Regioni  - aggiunge -non hanno poteri di ordine pubblico, non hanno forze di polizia, i sindaci hanno qualche vigile urbano ma poca roba, evidentemente c'è una scelta politica di mollare un po', perchè c'e' secondo me una tale tensione sociale che evidentemente hanno timore che stringere troppo i controlli dentro l'autogestione da parte dei cittadini, potrebbe determinare particolari esplosioni. Quindi - ha ribadito - i controlli non ci sono mai stati in Italia sugli errori che i cittadini commettono per aiutare il governo a gestire la curva. Prego tutti i cittadini di non continuare a ripetere continuamente 'più controlli' perchè tanto i controlli non sono in grado di farli o comunque non li vogliono fare".

"La variante inglese - dice il governatore -  sta diventando egemonica. In Puglia è ormai al 90% e peraltro ha caratteristiche anche più letali nel senso che ci siamo accorti che stanno morendo, perchè questa frase non viene mai ripetuta in Tv,. muoiono un sacco di persone, muoiono anche male e muoiono anche in età giovanile. Noi abbiamo quadruplicato i posti in ospedale, però anche con le migliori cure possibili, a un certo numero di contagi corrispondono un certo numero di morti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento