rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Green pass, da oggi obbligatorio da parrucchiere ed estetista. Nuovo Dpcm in arrivo: le novità attese per negozi e servizi

La certificazione verde base diventa obbligatoria per usufruire dei servizi alla persona come barbieri, parrucchieri, estetisti. Altra data chiave quella del 1° febbraio, quando l'obbligo scatterà anche per altre attività. Un nuovo provvedimento previsto per le prossime ore elencherà i negozi esclusi

Da oggi, 20 gennaio, il green pass, base o rinforzato, diventa necessario anche per usufruire dei servizi alla persona come barbieri, parrucchieri, estetisti. Per accedere a queste attività, dunque, come ricorda Today.it, è richiesto un pass semplice, quindi anche solo quello ottenuto con un tampone con risultato negativo fatto nelle 72 ore precedenti, in caso di molecolare, o nelle 48 ore precedenti, se antigenico. Oppure il Green Pass da vaccinazione (rilasciato 14 giorni dopo la prima dose o dopo il completamento del ciclo vaccinale primario o ancora dopo la terza dose) o da guarigione.

Il certificato verde, inoltre, da oggi serve anche per le visite in carcere, ossia per i colloqui visivi in presenza con i detenuti nei penitenziari per adulti e per minori. 

Ma c'è anche un'altra data chiave, che segnerà un'ulteriore stretta sull'utilizzo del green pass: è quella del 1° febbraio 2022. A partire dal quel giorno, la certificazione verde, base (ottenuta con tampone negativo) o rinforzata (vaccino o guarigione), servirà  - come riporta Today.it, anche per entrare in banca, recarsi alle Poste o in un altro ufficio pubblico e per fare shopping o acquisti in quasi tutti gli esercizi commerciali. Con alcune eccezioni, relative a una lista di attività ritenute essenziali come gli alimentari, i supermercati, i mercati rionali, le farmacie, le parafarmacie, gli ottici, i benzinai, i chioschi dei giornali, i negozi di per bambini, i commissariati di polizia, i tribunali per le testimonianze, i banchi degli ambulanti. Sarà richiesto il pass verde nei negozi di abbigliamento, di intimo e in quelli per bambini, giocattoli compresi.

L'elenco dei negozi esentati dalla necessità del certificato verde di base per l'accesso sarà contenuto in un nuovo Dpcm, che verrà firmato da Draghi nelle prossime ore. Secondo quanto finora trapelato, le eccezioni non saranno molte. I tabaccai, ad esempio, dovrebbero restare fuori dalla lista delle attività essenziali: all'interno dell'esercizio, sarà probabilmente necessario avere in tasca il green pass di base. Un'altra eccezione dovrebbe riguardare le Poste: solo per il solo ritiro della pensione sarà possibile accedervi senza tampone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass, da oggi obbligatorio da parrucchiere ed estetista. Nuovo Dpcm in arrivo: le novità attese per negozi e servizi

BariToday è in caricamento