rotate-mobile
Attualità San Paolo

All'ospedale San Paolo gruppi di ascolto e mutuo aiuto per neomamme: "Un sostegno per il dialogo e lo scambio di buone pratiche"

Gli incontri promossi nell'ambito della nuova 'Casa della neogenitorialità' promossa dall'assessorato al Welfare: le riunioni, una a settimana, saranno condotte da una psicologa, da due educatrici e una coordinatrice

Gruppi di ascolto e mutuo aiuto tra neomamme e mamme vulnerabili degenti nei reparti di Ostetricia, Ginecologia e Pediatria dell’Ospedale San Paolo di Bari: l'iniziativa, promossa dal Comune nell'ambito della nuova Casa della Neogenitorialità, prenderà avvio domani, martedì 5 luglio, dalle ore 17 alle 18.30.

L’attività sarà curata dall’equipe socio-pedagogica del Centro servizi per le famiglie e Casa della Neogenitorialità dei quartieri San Paolo, Stanic e Villaggio del Lavoratore, un servizio dell’assessorato comunale al Welfare finanziato con i Fondi Intesa Famiglia dalla Regione Puglia e gestito dalla Fondazione Giovanni Paolo II onlus e dalla cooperativa sociale Itaca.

I gruppi di ascolto e mutuo aiuto, condotti da una psicologa, da due educatrici e una coordinatrice, hanno l’obiettivo di favorire lo scambio di buone pratiche, il dialogo e il mutuo aiuto tra le neomamme e si svolgeranno ogni primo martedì del mese, fino a ottobre prossimo, ad eccezione del mese di agosto, in cui l’attività è programmata per il 30 agosto.

“Parte il nuovo programma di sostegno rivolto alle coppie, i neogenitori, i genitori e le mamme maggiormente vulnerabili - commenta Francesca Bottalico - , nell’ambito della progettualità di una delle due Case della Neogenitorialità avviate e finanziate dall’assessorato al Welfare, che tra le prime azioni ha individuato proprio l’attivazione di gruppi di confronto e mutuo sostegno tra donne e neogenitori, con il supporto di un’equipe specializzata. Una progettualità orientata a sostenere le coppie e le mamme dalla gravidanza alla degenza in ospedale e fino al periodo post nascita a casa. Un’azione importante che nasce grazie dalla collaborazione tra i reparti di Ostetricia, Ginecologia e Pediatria nell’ospedale San Paolo, che ringrazio, e il team della Casa della Neogenitorialità del quartiere San Paolo, e che si svilupperà dopo il parto anche grazie alla rete tra assessorato, privato sociale e Asl con i consultori per seguire le mamme, i papà e i neonati nei primi 100 giorni, periodo decisivo per una sana crescita di piccoli e per accompagnare al meglio la dimensione di vulnerabilità che molti genitori vivono proprio in questa fase delicata”.

Domani, all’avvio dei lavori, parteciperà l’assessora al Welfare Francesca Bottalico. Per prenotazioni e iscrizioni: via Marche 1, dal lunedì al venerdì ore 9 - 12, 080 9758757, csfsanpaolo@fgp2.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'ospedale San Paolo gruppi di ascolto e mutuo aiuto per neomamme: "Un sostegno per il dialogo e lo scambio di buone pratiche"

BariToday è in caricamento