Palagiustizia a rischio crollo, Tar rigetta ricorso dell'Inail contro lo sgombero

I giudici hanno confermato l'ordinanza con cui il Comune ha dichiarato l'inagibilità della struttura di via Nazariantz: l'edificio dovrà essere liberato entro il 31 agosto

E' stato rigettato dal Tar Puglia il ricorso presentato dall'Inail, ente proprietario del Palagiustizia di Via Nazariantz, contro l'ordinanza del Comune che, dichiarando inagibile l'edificio, ne ha ordinato lo sgombero entro il 31 agosto.

I giudici hanno quindi confermato l'ordinanza in cui sono previsti anche, a carico della proprietà, gli oneri relativi all'alleggerimento dei piani e al trasloco che inizierà già nei prossimi giorni. E' previsto anche il puntellamento di parte della facciata del palazzo. I fascicoli contenuti negli armadi che presenti ai piani superiori dell'edificio saranno spostati nel piano interrato, in attesa di una 'destinazione' definitiva.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

Torna su
BariToday è in caricamento