rotate-mobile
Attualità

Beach volley, padel e pickleball: prendono forma i nuovi campi per lo sport nell'area esterna del Palamartino

La conclusione dei lavori prevista per fine novembre: in mattinata il sopralluogo dell'assessore allo Sport, Petruzzelli. Rispetto al progetto originale, eliminati i circuiti di parkour e calistenico, presenti nel vicino parco Maugeri, per lasciare spazio a una nuova disciplina in forte espansione

L'area all'esterno del Palamartino si trasforma, facendo spazio a nuovi campi dove poter praticare padel, beach volley e pickleball, disciplina sempre più in voga che si gioca con pallina e due racchette all'interno del campo da badminton. In mattinata, l'assessore allo Sport, Pietro Petruzzelli, ha effettuato un sopralluogo nella struttura comunale, dove i lavori dovrebbero concludersi per fine novembre.

"Dicono che a Bari si investe solo sul calcio e sugli sport di squadra ma grazie a un partenariato pubblico-privato questo cantiere, nel centro del quartiere Libertà, dimostra che c’è attenzione anche ad altre discipline sportive - ha commentato Petruzzelli -. I lavori stanno procedendo velocemente in modo che, a breve, gli spazi esterni del Palamartino ospiteranno campi da padel, pickleball e beach volley aperti a chiunque voglia praticare queste attività. Rispetto al progetto originale abbiamo deciso di eliminare il circuito di parkour e calistenico, presenti nel vicino parco Maugeri, e di scommettere sul pickleball. Nel corso dei lavori sarà anche realizzata una rampa per gli skater".

"I lavori si avvicinano alla conclusione ed è già evidente la trasformazione radicale dei circa 2.000 metri quadri outdoor di pertinenza dell’impianto comunale - ha spiegato Saverio Fortunato -. È stata realizzata una platea di circa 800 metri quadri dove l’impresa è impegnata ad allestire tre campi panoramici da padel di ultima generazione, oltre a un campo regolamentare da beach volley e uno dei primi campi in città da pickleball, una disciplina in espansione nel nostro Paese dopo il grande successo registrato negli USA. Il Palamartino diventerà così un impianto sportivo pienamente polifunzionale, adatto a tutte le fasce d’età, dai junior ai senior".

La gestione 2021-31 del Palamartino, affidata alla società sportiva Duma, mira a renderlo un luogo di inclusione sociale oltre che un impianto dotato di un’offerta sportiva differenziata e innovativa in grado di soddisfare diversi target (bambini, ragazzi, adulti, persone con disabilità). Il progetto prevede un investimento multiforme, che vede la realizzazione di diverse aree sportive: accanto ad alcune discipline più affermate si propongono appunto attività di nicchia su cui si vuole puntare per raggiungere obiettivi sportivi, di inclusione e differenziazione dei target, grazie anche a collaborazioni consolidate.

Nel dettaglio, il progetto prevede la realizzazione di un campo da beach volley nell’area a sud che garantisce un’esposizione al sole per gran parte dell’anno e permette di utilizzare lo spazio per molti mesi. Si può contare su un’utenza fidelizzata che durante l’inverno gioca a pallavolo all’interno della palestra (i pallavolisti del Palamartino nonché altri gruppi che da anni hanno un giorno fisso dedicato). Il campo si presta anche per il beach tennis. Saranno previste attività di avviamento al beach volley/beach tennis, corsi per adulti e attività durante il camp estivo. Prevista inoltre la realizzazione di 3 campi da padel: una scelta che "va nella direzione di cogliere un trend in piena espansione, attraverso una disciplina nuova, semplice e di facile approccio che sta spopolando in Europa. La scommessa è quella di intercettare la domanda arricchendo l’offerta sportiva. Saranno previste anche attività di avviamento al padel, corsi per adulti e attività durante il camp estivo". Infine, il progetto in corso di esecuzione comprende anche un campo da pickleball, disciplina in forte espansione che si gioca con pallina e due racchette all'interno del campo da badminton. Il regolamento è simile al tennis, da cui si differenzia per 3 aspetti fondamentali: la pallina, la racchetta e il campo. Questo sport è sbarcato in Italia soltanto nel 2018 quando è stata fondata l'Associazione Italiana Pickleball (AIP).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beach volley, padel e pickleball: prendono forma i nuovi campi per lo sport nell'area esterna del Palamartino

BariToday è in caricamento